Quantcast

Le Rubriche di PiacenzaSera - UniCatt

“Lettura e scrittura nell’educazione femminile”, incontro in Cattolica

“Lettura e scrittura nella storia dell’educazione femminile” è il titolo dell’incontro che si terrà mercoledì 20 marzo, alle ore 15.00, in Cattolica organizzato dal corso di Laurea Magistrale in progettazione pedagogica nei servizi per minori della facoltà di Scienze della Formazione.

Più informazioni su

“Lettura e scrittura nella storia dell’educazione femminile” è il titolo dell’incontro che si terrà mercoledì 20 marzo, alle ore 15.00, in Cattolica organizzato dal corso di Laurea Magistrale in progettazione pedagogica nei servizi per minori della facoltà di Scienze della Formazione.
 
In questo appuntamento, coordinato dalla prof.ssa Renata Lollo, docente della facoltà di Scienze della Formazione, interverrà la prof.ssa Ilaria Mattioni, docente di Storia dell’educazione dei giovani della Cattolica, che illustrerà due periodici pubblicati tra gli anni ’50 e agli anni ’70: Così e Primavera. 
 
Due riviste con una redazione completamente femminile e religiosa: gestite da suore all’avanguardia, considerato il lavoro che svolgevano nel secondo dopoguerra, rappresentavano però nelle loro riviste un modello di donna molto tradizionale. 
 
Fulvia Degl’Innocenti, giornalista e caposervizio del settimanale “Il Giornalino” e autrice dei romanzi per ragazzi la Ragazza dell’est e Sopravvissuta, porterà la sua testimonianza di scrittrice per teenagers in questa seconda decade degli anni 2000. In questa occasione la giornalista spiegherà le problematicità delle ragazze di oggi analizzate dal suo particolare osservatorio, quello di responsabile di una rubrica sul Giornalino, in cui risponde alle varie richieste, perplessità e dubbi da parte dei giovani.
 
L’incontro, aperto a tutti e gratuito, rientra nel ciclo di seminari organizzato dalla facoltà di Scienze della Formazione e realizzato grazie alla Donazione Ferracuti.
 
I Seminari rientrano nelle iniziative di formazione e aggiornamento dei docenti realizzate dalle università e automaticamente riconosciute dall’Amministrazione scolastica, secondo la normativa vigente, e danno luogo – per insegnanti di ogni ordine e grado – agli effetti giuridici ed economici della partecipazione alle iniziative di formazione.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.