Quantcast

Omicidio di Castello, nella casa solo le impronte della figlia

Omicidio di Castelsangiovanni, nell’abitazione dell’anziana uccisa dalla figlia Maria Cristina Filippini sono state trovate impronte digitali riconducibili soltanto a quest’ultima

Più informazioni su

Avrebbe agito da sola Maria Cristina Filippini, la donna accusata dell’omicidio della madre Anna Giuliana Boccenti, trovata senza vita la mattina del 4 febbraio scorso nella sua abitazione di Castelsangiovanni. Secondo i primi risultati scientifici sui rilievi effettuati dai carabinieri dei Ris di Parma, nell’appartamento del delitto sono state trovate impronte digitali riconducibili soltanto alla donna al momento detenuta in carcere. Mancano però ancora all’appello gli esiti delle ricerche di tracce biologiche. Da queste prime indicazioni sarebbe dunque escluso che la Filippini abbia agito con l’aiuto di complici. 

OMICIDIO DI CASTELLO la figlia confessa: “Sono stata io”. Il movente: debiti di gioco

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.