Quantcast

Piscina olimpionica alla Madonnina, Paparo: “Quale lo stato dei lavori”

Nel testo Paparo ripercorre l’iter del progetto della struttura, che comprenderà una vasca olimpica coperta per nuoto e pallanuoto, a 10 corsie e con profondità costante di 2 metri, dall’approvazione nel gennaio 2012 alla posa della prima pietra nell’aprile dello stesso anno

“Qual è lo stato dei lavori per la realizzazione della piscina olimpionica comunale alla Madonnina?”. A chiederlo è il consigliere comunale Pdl Andrea Paparo che sul tema ha presentato un’interrogazione alla giunta Dosi. Nel testo Paparo ripercorre l’iter del progetto della struttura, che comprenderà una vasca olimpica coperta per nuoto e pallanuoto di 50 metri per 25 di larghezza, a 10 corsie e con profondità costante di 2 metri, dall’approvazione nel gennaio 2012 alla posa della prima pietra nell’aprile dello stesso anno.

Poco dopo la sua elezione, spiega Paparo. il sindaco Dosi sulla stamapa, in risposta alla domanda “tra i progetti concreti da realizzare ci sarà la partenza di importanti cantieri quali quelli per Eataly Cavallerizza, il parcheggio interrato di piazza Cittadella o la nuova piscina olimpionica alla Madonnina?” dichiara: “Senza dubbio – chiarisce Dosi – sono opere molto importanti, che contiamo di avviare nel minor tempo possibile. Ma gli appalti seguono iter ben precisi, quindi non possiamo dire che i lavori avranno inizio in questi cento giorni. Noi ci speriamo, ovviamente, perché sappiamo bene il ruolo che possono avere proprio nel rilancio sia produttivo sia occupazionale””. “Non si hanno notizie – aggiunge il consigliere comunale – rispetto all’avvio dei lavori del centro natatorio alla Madonnina, a proposito del quale lo stesso Dosi alla fine dello scorso anno aveva avvertito su possibili rallentamenti “per colpa di una crisi che nel settore e difficoltà economiche e burocratiche””.

“Per questo – conclude – chiedo di sapere quale sia l’effettivo stato dei lavori per la realizzazione della piscina olimpionica; quale sia l’iter individuato, anche in termini temporali, per la concretizzazione del suddetto impianto sportivo; quali siano i motivi degli eventuali rallentamenti sul cronoprogramma previsto; quale sia il nesso tra le dichiarazioni del Sindaco in relazione alla nota crisi economica presente sul territorio e la realizzazione della struttura”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.