“Più potere al garante dei detenuti”. Verso il nuovo regolamento

In particolare il nuovo regolamento consentirà di ampliare le competenze del garante dei detenuti, con particolare attenzione al loro reinserimento occupazionale

L’adozione del nuovo regolamento del garante dei detenuti del Comune è stato al centro dei lavori delle commissioni consiliari “Organizzazione istituzionale” e “Sviluppo civile”. In particolare il nuovo regolamento consentirà di ampliare le competenze del garante dei detenuti, con particolare attenzione al loro reinserimento occupazionale. “Già in occasione dell’ultima audizione del garante Alberto Gromi – ha detto l’assessore Giovanni Palladini – si era capito come fosse necessario procedere a una modifica del regolamento, pur in assenza di direttive nazionali”.

“In questa momento di difficoltà economica  – spiega Giulia Piroli – occuparsi dei carcerati significa pensare che la crisi si affronta dalla parte più debole per rafforzare tutta la società;  se pensiamo che un detenuto consta ogni giorno allo Stato 120 euro non possiamo non pensare ad un loro reinserimento lavorativo. Per questo c’è la volontà di potenziare il regolamento del garante in particolare sull’aspetto che riguarda la funzione rieducativa della pena”.

Ugl regionale visita Le Novate “Grande collaborazione”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.