Quantcast

Prima seduta delle Camere. Ritorno in aula per De Micheli e Migliavacca

All’ordine del giorno la proclamazione degli eletti, la costituzione dei rispettivi uffici di presidenza provvisori, e soprattutto l’elezione dei presidenti di Montecitorio e di Palazzo Madama

Partirà ufficialmente venerdì 15 marzo con le riunioni di Camera e Senato la XVII legislatura. Fra gli altri sarà il ritorno in aula per Paola De Micheli (alla Camera) e Maurizio Migliavacca (Senato), unici rappresentanti piacentini in Parlamento insieme ovviamente a Pierluigi Bersani, leader della coalizione di centrosinistra alle ultime elezioni.

La prima riunione della Camera dei deputati è prevista alle 10.30 e sarà presieduta da Antonio Leone, il vicepresidente più anziano tra gli eletti della precedente legislatura. Seguirà alle 11.00 la prima riunione del Senato: alla guida di Palazzo Madama ci sarà il senatore a vitaEmilio Colombo, al posto di Giulio Andreotti che ha rinunciato vista l’età (94 anni).

Riunioni che, come previsto dalla Costituzione, avranno all’ordine del giorno la proclamazione degli eletti, la costituzione dei rispettivi uffici di presidenza provvisori, e soprattutto l’elezione dei presidenti di Montecitorio e di Palazzo Madama, uno dei principali nodi ancora da sciogliere fra le forze politiche. La procedura prevede sia per la Camera che per il Senato uno scrutinio segreto, dove basterà la maggioranza assoluta dei voti dopo la terza votazione per essere eletti. In caso di mancato quorum al Senato, nella stessa giornata di procederà al ballottaggio fra i due candidati con il maggior numero di voti (il più anziano di età vince in caso di pareggio).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.