Quantcast

Ripubblicizzare l’acqua, mercoledì incontro con il sindaco Dosi

Alla sede dell'ex Circoscrizione 1, organizzato dal gruppo consiliare "Piacentini per Dosi". Con il primo cittadino interverrà Mirko Tutino, assessore all’ambiente della provincia di Reggio Emilia, e Nicola Dall’Olio, capogruppo PD in consiglio comunale a Parma

Più informazioni su

Il Gruppo Consigliare “Piacentini per Dosi” organizza mercoledì 20 marzo ore 21 presso la sede dell’ex circoscrizione 1 in via Taverna 39, un incontro sulla “ri-pubblicizzazione dell’acqua”. Insieme al Sindaco di Piacenza Paolo Dosi interverranno Mirko Tutino, assessore all’ambiente della provincia di Reggio Emilia e uno dei primi amministratori a intraprendere un percorso di ri-pubblicizzazione, e Nicola Dall’Olio, capogruppo PD in consiglio comunale a Parma, per rappresentare idealmente anche il terzo “attore-capoluogo” coinvolto in Iren Emilia

“Come lista civica – spiegano gli organizzatori della serata – ci siamo presi l’impegno di promuovere la politica partecipata, ossia momenti di dibattito e confronto pubblico in modo da alimentare e mantenere quel rapporto di fiducia, che deve essere presente nella nostra società, ma che spesso manca in tutti i livelli amministrativi Ad aiutare a raggiungere l’obiettivo della serata sarà presente ed interverrà anche un esponente del comitato acqua bene comune. Crediamo e promuoviamo l’associazionismo popolare perché è un tassello fondamentale della vita democratica del paese”.

“Intendiamo, anche con questo incontro partecipativo, mantenere fede al nostro impegno elettorale nel quale ci siamo impegnati a essere vicini ai problemi e ad essere mediatori tra le richieste de cittadini e l’amministrazione. Il nostro desiderio è che l’evento di mercoledì si preannunci anche come simbolo di partecipazione e condivisione dei valori della società civile da parte della nostra forza politica ma soprattutto dell’amministrazione Dosi; per questo invitiamo i cittadini a partecipare numerosi. Siamo convinti che la politica sia espressione della società così che sia la società stessa, nel giusto e civile confronto fra eletti ed elettori, a dare gli input necessari agli amministratori affinché il loro impegno sia il più aderente possibile ai bisogni delle persone. Convinti anche che la città intelligente, la città 2.0, possa proporre un modello in cui venga sempre più annullato il distacco tra parte politica e cittadinanza affinché le decisioni siano sempre più condivise”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.