Quantcast

S. Salvatore, Carini (Pd) scrive a Friburgo: “Ritira il progetto di centralina”

Una lettera aperta all’ingegner Flavio Friburgo e ai proponenti della centrale idroelettrica di San Salvatore, per chiedere di fare un passo indietro e rinunciare al progetto. Il consigliere regionale del Partito Democratico Marco Carini ha preso carta e penna

Più informazioni su

Una lettera aperta all’ingegner Flavio Friburgo e ai proponenti della centrale idroelettrica di San Salvatore, per chiedere di fare un passo indietro e rinunciare al progetto. Il consigliere regionale del Partito Democratico Marco Carini ha preso carta e penna e si è rivolto direttamente a chi ha proposto il controverso progetto avversato dai comitati ambientalisti, ma anche dall’unanimità delle istituzioni locali. Carini aveva preannunciato la lettera aperta nel corso dell’assemblea pubblica alla Fondazione del 13 marzo.

Ecco la lettera integrale

Lettera aperta all’ingegner Friburgo e ai progettisti della centrale idroelettrica di San Salvatore

Gentile ing. Friburgo,

in queste settimane lei e suoi collaboratori avete sostenuto in più occasioni il confronto pubblico con tanti cittadini di Piacenza e della Val Trebbia. Avete avuto la possibilità di misurarvi personalmente con l’avversione vasta e trasversale che il vostro progetto di centrale idroelettrica a San Salvatore ha generato.

Le scrivo per avanzarle una proposta semplice e chiara: ascolti questi sentimenti diffusi in tutta la comunità piacentina e receda dal suo proposito di realizzare l’impianto in uno dei luoghi più belli e suggestivi di tutta la Val Trebbia.

Per sostenere questa mia richiesta non intendo né richiamare, né interferire con i processi autorizzativi e l’iter di valutazione attualmente in corso. Nonostante non possa esimermi dall’evidenziare che i vincoli normativi e le prescrizioni della pianificazione territoriale – come mostrato anche nel corso dell’ultima assemblea pubblica dei comitati contrari all’impianto – paiano essere in palese contrasto con il suo progetto.

Come lei certamente saprà ho presentato, quale primo firmatario, una risoluzione approvata all’unanimità dall’assemblea regionale emiliana per chiedere un’attenta verifica sulla zona interessata dall’impianto e capire se ricada in quelle espressamente indicate come non idonee all’installazione di impianti idroelettrici. Nel caso venisse constatata tale incompatibilità con la pianificazione esistente, l’invito è quello di non accogliere la richiesta di concessione di derivazione di acque pubbliche relativa al progetto stesso.

Durante l’assemblea dei comitati del 13 marzo scorso ho inoltre riferito personalmente del parere espresso dall’assessore regionale alle Attività Produttive Gian Carlo Muzzarelli, attraverso una formulazione scritta, nella quale afferma che “l’area di San Salvatore è stata individuata in via ricognitoria fra l’elenco dei beni paesaggistici di notevole interesse pubblico”, e che “la Regione evidenzierà la necessità di porre particolare attenzione nella valutazione della compatibilità del progetto con i vincoli ambientali e naturalistici e paesaggistici eventualmente interessati”.

Faccio appello prima di tutto al suo buon senso e alla disponibilità manifestata dai suoi collaboratori a valutare con attenzione l’impatto sociale del progetto di centralina, ascoltando anche le voci del territorio.

Ebbene, in queste settimane queste voci sono diventate un coro unanime che intona un netto “no”.

Ingegner Friburgo, ci ripensi e ritiri il suo progetto. Tutta la comunità piacentina le sarà riconoscente.

Marco Carini
Consigliere regionale del Partito Democratico

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.