Quantcast

Shopping con sette carte clonate, 30enne in manette

Quando si è presentato al negozio per ritirare la merce pagata e ordinata pochi giorni prima si è trovato di fronte la polizia postale. Non poteva infatti sapere che il commerciante, allertato dalla società che aveva emesso la carta di credito con cui era stato effettuato il pagamento, aveva avvisato le forze dell’ordine. Ha patteggiato un anno e sei mesi

Più informazioni su

Quando si è presentato al negozio per ritirare la merce pagata e ordinata pochi giorni prima si è trovato di fronte la polizia. Non poteva infatti sapere che il commerciante, allertato dalla società che aveva emesso la carta di credito con cui era stato effettuato il pagamento, aveva avvisato le forze dell’ordine. Così è finito in manette un 30enne di Casalpusterlengo (Lodi), bloccato ieri a Piacenza dalla polizia postale: la tessera, con cui il giovane aveva pagato circa 800 euro, risultava infatti clonata.

E non era l’unica in suo possesso: nel portafoglio aveva infatti complessivamente undici carte di credito, sette delle quali risultate clonate, in quattro casi ai danni di cittadini statunitensi, ed altre due la cui banda magnetica era ancora da riempire. Carte che il ragazzo, incensurato, ha detto di aver acquistato a Milano da alcuni cittadini cinesi. I primi accertamenti su quattro tessere hanno portato a scoprire una serie di spese e acquisti effettuati nell’arco di un mese dall’inizio di febbraio in particolare nella zona del lodigiano. Processato per direttissima, il 30enne ha patteggiato una pena di un anno e sei mesi per i reati di indebito utilizzo e ingiustificato possesso di carte di credito clonate.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.