Quantcast

“Usiamo la testa”, al via concorso per scuole promosso da carabinieri, Provincia, Usp

Si chiama “Usiamo la testa - legalità e convivenza civile” ed è il concorso, messo in campo da Provincia di Piacenza con il comando provinciale dei carabinieri di Piacenza e l'ufficio scolastico regionale per l'Emilia Romagna – ambito territoriale di Piacenza, per la promozione della cultura della legalità tra i giovani. Il concorso è rivolto agli studenti degli istituti scolastici di II grado presenti sul territorio provinciale che, attraverso la composizione di elaborati, potranno esprimere il proprio pensiero e le proprie sensibilità circa i temi della legalità e della convivenza civile.

Più informazioni su

Si chiama “Usiamo la testa – legalità e convivenza civile” ed è il concorso, messo in campo da Provincia di Piacenza con il comando provinciale dei carabinieri di Piacenza e l’ufficio scolastico regionale per l’Emilia Romagna – ambito territoriale di Piacenza, per la promozione della cultura della legalità tra i giovani. Il concorso è rivolto agli studenti degli istituti scolastici di II grado presenti sul territorio provinciale che, attraverso la composizione di elaborati, potranno esprimere il proprio pensiero e le proprie sensibilità circa i temi della legalità e della convivenza civile. Il prossimo 5 giugno le istituzioni scolastiche a cui appartengono i vincitori del concorso saranno premiate durante la prestigiosa cerimonia Ufficiale del 199° Annuale di fondazione dell’Arma dei carabinieri al Comando provinciale di Piacenza. 
A presentare ufficialmente il progetto, questa mattina in Provincia, è stato il presidente della Provincia Massimo Trespidi. “Il concorso – ha detto – è rivolto ai giovani, affinché proprio loro siano i protagonisti della costruzione di una nuova cultura della legalità. Parallelamente è necessario che i dirigenti scolastici accolgano l’opportunità di un concorso così importante”. “Ringrazio – ha aggiunto il comandante provinciale dei carabinieri, colonnello Paolo Rota Gelpi, accompagnato questa mattina dal luogotenente Antonio Cirella – la Provincia e l’ufficio scolastico per la disponibilità e l’attenzione dimostrate verso un progetto pensato unicamente per i giovani. L’iniziativa si inserisce nel quadro e ad integrazione delle attività intraprese dal Comando generale dell’Arma dei carabinieri in ambito nazionale, finalizzate a fornire il proprio contributo alla formazione della cultura della legalità tra i giovani”. “Il concorso – ha illustrato il dirigente dell’ufficio scolastico territoriale Luciano Rondanini – intende promuovere l’educazione alla legalità e la conoscenza dei principi fondamentali su cui si fonda la Costituzione italiana, tramite una riflessione attenta e la partecipazione attiva dei giovani studenti”. 
I ragazzi potranno presentare tre tipi di elaborati: opere letterarie (testi giornalistici, saggi, narrativa, pubblicità, poesia); opere di arti figurative e tecniche varie (disegni, fotografie, manifesti, manufatti materiali vari); opere con tecniche multimediali e cine-televisive: (interviste, inchieste, lavori con tecnologie informatiche o cine-televisive, realizzazione di spot. Per il vincitore di ognuna delle tre categorie verrà assegnato un riconoscimento di circa 300 euro.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.