Quantcast

Verdi nel salotto di Clara Maffei, lo spettacolo ai Filodrammatici foto

L’associazione Verdissime.com ha presentato al teatro Filodrammatici di Piacenza - una nuova produzione. Lo spettacolo Cara Clarina.... Giuseppe Verdi nel famoso salotto milanese di Clara Maffe

L’associazione Verdissime.com ha presentato al teatro Filodrammatici di Piacenza – una nuova produzione. Lo spettacolo Cara Clarina…. Giuseppe Verdi nel famoso salotto milanese di Clara Maffei, una pièce teatrale che coniuga la prosa alla musica, la recitazione al canto, fa rivivere le vicende legate all’affermazione del Maestro sullo sfondo dell’epoca risorgimentale, partendo dal blasonato salotto milanese della contessa Clara Maffei. Nello stesso tempo si uniscono all’idea di omaggiare questa grande donna che ha contribuito a fare l’Italia. Al suo fianco Giuseppe Verdi e la sua ‘musica’ idealmente rappresentata da una donna il soprano Elena Rossi che interpreta  Giuseppina Strepponi. 
Lo spettacolo nasce dalla collaborazione con il Centro Teatrale MaMiMò di Reggio Emilia;  regista è Mario d’Avino e ideatore del testo Emanuele Aldrovandi, recente vincitore del ‘premio nazionale di Teatro Luigi Pirandello’. Per Cara Clarina Aldrovandi si è basato su un’accurata ricerca storica  ricavata dal carteggio tra Verdi e le più illustri figure del Risorgimento italiano che proprio nel salotto di Claretta Maffei s’incontravano. Nella pièce dunque la vita di Verdi si intreccia al destino del nostro Paese e di due donne che ne segnano fortemente l’esistenza.
 
Non solo Verdi  ma nello spettacolo anche il celebre pittore Francesco Hayez, quello del  quadro ‘Il Bacio’  e il terribile generale austriaco Josef Radetzky; mentre su tutti aleggia lo spirito di Alessandro Manzoni tra vicende  fondamentali della storia d’Italia.
Oltre alla già citata Elena Rossi che canterà arie da La traviata, Il trovatore, Aida e i Vespri siciliani, Simone Boccanegra il cast di Cara Clarina comprende: Sara Fenoglio (Clara Maffei), Ivano La Rosa  (Giuseppe Verdi), Alessandro Vezzani (Radetzky), Graziano Sirressi (Hayez);  Luca Cattani (Tenca); le musiche sono eseguite da  Carla They all’arpa e da  Fabrizio Cassi  al pianoforte; la scenografia è di Serena Zuffo e parte delle scene sono di proprietà della Fondazione Teatri di Reggio Emilia.

Lo spettacolo che gode della collaborazione del Comune di Piacenza, ha avuto una finalità benefica, infatti l’incasso (ingresso 20 – 15 – 10 euro) sarà destinato per i restauri degli organi dei Teatini e della Chiesa di Rivara San Felice sul Panaro (MO), danneggiata dal terremoto.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.