Vivere meglio con Fido, ciclo di lezioni gratuite al Cerpa

Il via giovedì 7 marzo (alle 20,30) con una serata centrata su gestione e utilizzo delle aree di sgambamento in città, tema di stretta attualità alla luce delle nuove regole comunali, regole che devono presupporre una più diffusa e consapevole educazione cinofila fra quanti ne usufruiscono

Più informazioni su

Né robot da telecomandare a piacimento né pupazzi usa-e-getta, tantomeno animali ingestibili da viziare o (all’opposto) castigare e rinchiudere. I cani sono compagni di vita molto speciali: riescono a conoscerci e a leggerci dentro, molto meglio di quanto noi riusciamo a fare con loro. Perché sono degli  osservatori eccelsi, oltre che animali sociali che hanno un bisogno vitale di comunicare. Ed è anche grazie a questi loro talenti che riescono ad adattarsi in maniera straordinaria al nostro modus vivendi, anche – purtroppo – quando li costringiamo a non essere propriamente coerenti con la loro natura che, peraltro, è estremamente “pacifista” perché portata alla buona convivenza.

“Se un cane ringhia – spiega l’esperto comportamentalista piacentino, dottor Gerardo Fina – è perché ti avverte di cambiare atteggiamento per non litigare, fa di tutto per non arrivare a questa soluzione estrema”. Sta a noi, dunque, imparare a rapportarci di più e meglio con loro. Ne va del nostro (e del loro) benessere e di una miglior gestione della nostra vita sociale. Imparare ad interagire con il proprio amico a quattro zampe, capire come e perché si comporta in un determinato modo, saper leggere il suo linguaggio, è  quanto chiedono con sempre più frequenza anche diversi piacentini che hanno la fortuna di possederne almeno uno.

Rilevando i segnali di questo cambiamento socioculturale anche sul nostro territorio, gli esperti del Centro veterinario Cerpa della Veggioletta, da qualche anno propongono cicli di incontri ad hoc (ed interamente gratuiti) per trasmettere quali sono i principali rudimenti per un giusto approccio con i piccoli animali domestici, cani e gatti in particolare. Il prossimo corso, che apre la stagione primaverile, inizia giovedì 7 marzo (alle 20,30) con una serata centrata su gestione e utilizzo delle aree di sgambamento in città, tema di stretta attualità alla luce delle nuove regole comunali, regole che comunque al di là dell’obbligo di essere rispettate (prevedendo in caso contrario sanzioni amministrative) devono presupporre una più diffusa e consapevole educazione cinofila fra quanti ne usufruiscono. Titolo: “Aree di sgambamento cani – Tra mito e realtà”. Relatori  l’educatore cinofilo Apnec Giovanni Peroni, responsabile del canile di Montebolzone e la consulente in educazione cinofilaApnec, Giorgia Pera.

Il ciclo che ci aiuta a “entrare nella mente del cane” è interamente gratuito. Proseguirà ogni venerdì sera, sempre con inizio alle 20,30 e sempre nella palestra presso l’ambulatorio veterinario del Cerpa di via Pirandello 11-13. Il 22 marzo serata sulle adozioni (come comportarsi, come scegliere…): “Adottare un cane, una scelta consapevole (razze, meticci, di tutto un po’…)”: ne parleranno il direttore sanitario del Cerpa, dottor Gerardo Fina, medico veterinario comportamentalista esperto Fnovi, l’educatore cinofilo Giovanni Peroni responsabile del canile di Montebolzone e la consulente in educazione cinofilaApnec, Giorgia Pera. I tre esperti tratteranno anche il tema complesso dell’anzianità nei cani, e in più incontri, a partire dal 12 aprile (e poi ancora il 3 maggio, centrando l’attenzione sullo stress, e il 31 maggio): “Il cane anziano – problemi comportamentali e fisici: come gestirlo, come farlo giocare” .

Pausa estiva e poi si riprenderà in autunno con incontri rivolti agli appassionati di cani da caccia e ai gattofili, ed anche per i piccoli felini gli esperti non mancheranno di trattare l’argomento-anzianità. Per saperne di più è possibile accedere al sito web ufficiale del Cerpa (Centro educazione riabilitazione piccoli animali) www.cerpa.info o alla pagina Facebook.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.