Il 2 giugno i Nomadi in concerto a Castel San Giovanni foto

Sarà un grande evento di musica, divertimento e solidarietà promosso per festeggiare i 25 anni della Pubblica Assistenza della Val Tidone.

“Un grande evento di musica, divertimento e solidarietà per festeggiare insieme i 25 anni della Pubblica Assistenza Val Tidone-Val Luretta”. Questo il messaggio lanciato dal Presidente della Pubblica Assistenza valtidonese Giuseppe Borlenghi nel presentare il concerto che i Nomadi terranno presso i giardini di Villa Braghieri a Castel San Giovanni il prossimo 2 giugno.

“La Pubblica Assistenza – ha spiegato Borlenghi – è nata 25 anni fa in modo anche un po’ pioneristico, in una situazione non dissimile da oggi, quando si avvertiva cioè forte la necessità di dare una mano alla popolazione in difficoltà. Da assistenza sociosanitaria però si è trasformata in una realtà che si occupa di emergenze anche gravi. Oggi abbiamo 6 ambulanze, 1 automedica, una sede grazie all’Amministrazione comunale e un gruppo affiatato di volontari che si trovano spesso a fronteggiare situazioni ed eventi anche molto gravi. Anche per questo abbiamo pensato di rendere il 25° anno di attività un momento indimenticabile per noi, ma anche per il territorio di Castel San Giovanni. Abbiamo deciso così, con l’aiuto e il supporto fondamentale del Comune di Castel San Giovanni e della Pro Loco, di organizzare il concerto dei Nomadi, gruppo storico che per fortunata coincidenza quest’anno celebra i suoi 50 anni di vita. Per entrambi, quindi, il 2 giugno sarà un momento di festa, che intendiamo dedicare al nostro territorio e a tutti quelli che parteciperanno”.

I Nomadi, gruppo storico della musica italiana, ripercorreranno sul palco di Villa Braghieri i 50 anni della loro vita musicale, attraverso i più significativi brani contenuti nei 76 album pubblicati fino ad oggi. Un gruppo in continua evoluzione, con 23 componenti che si sono alternati negli anni mantenendo come trait d’union e memoria storica l’impareggiabile tastiera di Beppe Carletti, autore tra l’altro del libro appena pubblicato “Io vagabondo”, che racconta la sua storia personale attraverso quella dei Nomadi, dei loro raduni, delle loro centinaia di concerti all’anno su ogni piazza e in ogni palazzetto. Sarà un tuffo nel passato, nel ricordo della indimenticabile voce di Augusto Daolio, ma anche dei cantanti che si sono susseguiti nella formazione dei Nomadi, fino all’arrivo di Cristiano Turato, presentato al pubblico del raduno di Novellara nel febbraio del 2012. La musica dei Nomadi è da sempre un messaggio di denuncia, ma anche di impegno civile e il legame con il “popolo nomade”, che fedelmente li segue in tutti i loro appuntamenti, non è mai venuto meno in questi anni.

Non solo festa, però. Il concerto dei Nomadi del 2 giugno, che inizierà alle ore 21.00 con apertura cancelli dalle ore 15.00, sarà anche momento di solidarietà, dal momento che i proventi saranno utilizzati per l’acquisto di una nuova ambulanza. “La vecchia – spiega Borlenghi – quella che andremo a sostituire, verrà donata in Senegal a un ospedale pediatrico, che spero presto di potere andare a visitare”.

Il Sindaco di Castel San Giovanni, Carlo Capelli che nell’elogiare la Pubblica Assistenza, ha ricordato il valore del volontariato, soprattutto in ambito sociosanitario, e l’importanza di “un’attività che si è evoluta nel tempo, che oggi pare passare quasi in sordina come se il fatto di esserci sia una normale certezza”. “Ringrazio a nome della città prima ancora che dell’Amministrazione comunale la Pubblica Assistenza Val Tidone, anche per questo evento che simbolicamente verrà celebrato il 2 giugno, Festa della Repubblica e giorno di unità nazionale, quell’unità che l’Italia oggi sembra aver perso, ma di cui si sente enorme bisogno”.

A fornire anche le informazioni più tecniche sull’evento è toccato al Presidente della Pro Loco di Castel San Giovanni, Sergio Bertaccini, che ha voluto ricordare come il sodalizio castellano svolga un’attività volontaristica per la promozione del territorio e di supporto a tutte le associazioni presenti. “Anche in questo caso metteremo il massimo impegno per la perfetta realizzazione dell’evento, che è momento di gioia e di festa, ma anche di solidarietà. Ringraziamo tutti coloro che si stanno impegnando in questa impresa, a partire dai commercianti di Castel San Giovanni per la disponibilità dimostrata anche nella vendita dei biglietti”.

I biglietti di ingresso, con una riduzione sul costo pieno, sono già acquistabili presso moltissimi punti vendita nella nostra provincia e nelle province limitrofe, oltre che in tutte le filiali della Banca di Piacenza, che è partner organizzativo. L’elenco ufficiale dei punti vendita e le altre informazioni sull’evento sono reperibili sui siti della Pubblica Assistenza Val Tidone (www.pavaltidone.it) e della Pro Loco di Castel San Giovanni (www.prolococastello.com) oltre che sul sito dedicato www.nomadi2giugno.com. La prima fase di vendita terminerà il 15 maggio, dopo di che saranno reperibili i biglietti a prezzo pieno. L’ingresso sarà gratuito per i disabili e per i bambini sotto i 12 anni. Inoltre, dalle ore 15.00 del 2 giugno saranno allestiti da parte della Pro Loco di Castel San Giovanni alcuni stand gastronomici presso i giardini di Villa Braghieri dove potranno essere gustati i prodotti tipici del territorio piacentino, panini e birre.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.