Nuoto, tre atleti della Vittorino agli italiani assoluti

Alessia Ruggi, Giulia Verona e Angelica Varesi, insieme a Giacomo Carini, nuotatore tesserato per la DDS Milano ma allenato dallo staff tecnico biancorosso guidato da Gianni Ponzanibbio

Più informazioni su

A distanza di poche settimane dai successi conquistati ai Campionati Italiani giovanili invernali, la Vittorino da Feltre prova a cercare gloria anche ai tricolori Assoluti in programma da domani, martedì 9 aprile, fino a sabato 13 a Riccione. A tenere alta la bandiera del nuoto piacentino saranno, infatti, tre atleti della società del presidente Fabbri – Alessia Ruggi, Giulia Verona e Angelica Varesi – insieme a Giacomo Carini, nuotatore tesserato per la DDS Milano ma allenato dallo staff tecnico biancorosso guidato da Gianni Ponzanibbio.

I quattro nuotatori piacentini, tutti titolati e medagliati alla manifestazione tricolore giovanile delle scorse settimane, sono riusciti a qualificarsi per i Campionati Italiani Assoluti riuscendo a nuotare, nelle gare svolte in questa stagione agonistica, al di sotto dei tempi limite stabiliti dalla Federazione. In palio a Riccione, oltre ai titoli e alle medaglie tricolori assolute, ci saranno anche le qualificazioni per i prossimi Europei Juniores e per i prossimi Campionati Mondiali.

La prima a scendere in vasca sarà Giulia Verona che domani gareggerà per cercare di conquistare un posto per la finale dei 200 rana. Sabato, invece, sarà la volta di Alessia Ruggi, in gara nei 200 misti, di Angelica Varesi che gareggerà nei 50 stile libero, e di Giacomo Carini che scenderà in vasca nei 200 farfalla.  “Per questa manifestazione Assoluta – sottolinea il tecnico biancorosso Gianni Ponzanibbio – non abbiamo ovviamente particolari velleità dato che qualunque risultato rappresenterà comunque un grande premio per i nostri giovanissimi atleti. Per la prima volta, infatti, i nostri nuotatori si confronteranno con il mondo dei grandi, con Federica Pellegrini e con tutti gli altri campioni che danno gloria all’Italia a livello mondiale, e credo che questa esperienza agonistica potrà servirgli a crescere e a lavorare ancora meglio in proiezione futura. I risultati, come detto, non contano; siamo felici e onorati di aver portato lo sport piacentino a questa manifestazione assoluta”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.