Pc Music Pride: intervista a Gabriele “Gaby” Finotti

Ecco l’intervista a Gabriele Finotti, fondatore dei Misfatto e direttore artistico di Orzorock. 

Il portale Piacenza Music Pride dedica un’intervista a Gabriele Finotti, fondatore dei Misfatto e direttore artistico di Orzorock. Ecco le novità in programma

Prima di tutto, presentaci l’associazione Orzorock 
Innanzitutto Orzorock vede la sua prima edizione nell’estate 1996 in un campo d’orzo a Casaliggio di Gragnano. Nel 1997 si trasferisce in località Cosmo Trebbia di Gragnano Trebbiense dove tuttora si svolge. Nel 2003, dopo due anni di stop, nasce l’associazione Orzorock ed il festival riprende il suo ritmo rock fino ai giorni nostri senza più pause di sorta. Da allora vede come presidente Cristiano Schiavi e Vice-presidente e direttore artistico il sottoscritto Gabriele Finotti. Almeno 2-3 generazioni si sono succedute nell’organizzazione dell’evento, per cui per non citare tanti nomi , non citerò nessun altro per non sminuire nessuno che non viene nominato, oltre ai rimasti da allora. Nel 2013 siamo arrivati alla Sedicesima Edizione. Voglio poi aggiungere che nel 1994, un anno prima del mitico primo Tendenze di Piacenza, nell’edizione zero, con il nome “Trebbia Live” abbiamo esordito in mezzo ai sassi del Trebbia coi gruppi Misfatto e Wicked Minds (gruppi tuttora in attività), oltre ad altri elementi della musica indipendente della nostra provincia come Pedago Party (di Valter Bonetti ora bassista dei Banda Liga) Cloister (di Manuel dei Musica per Bambini) e The Hermits (con alla voce Manlio Tenaglia). Questo per ribadire la storicità ed attività del nostro festival, vivo e vegeto.
 
Orzorock ha aderito alla “Carovana dei Festival”, qual’è la motivazione che vi ha spinto?
La Carovana dei Festival è stata fondata anche da Orzorock. Nasce tutto per caso all’ultimo Supersound di Faenza a Settembre 2012, dove fortuitamente, tra la noia generale fra gli stand musicali, si cerca tra gli esponenti di Festival Orzorock , Festival delle Periferie di Genova, Wanted Primo Maggio di Torino, Indie-is-ponente di Imperia e Lilith di Genova un dialogo per scambi promozionali e di band. Questo è il primo passo per uscire dai provincialismi coatti che si vivono in tutte le zone d’Italia dove si cerca poco la collaborazione tra realtà anche vicine ed ognuno va per la sua strada. Il 3 Novembre 2012 a Genova nasce la Carovana dei Festival in una giornata in cui si aggiungono ai già sopracitati il Miscela Festival di Torino e il Varigotti di Finale Ligure (SV). Il 2013 vedrà molte collaborazioni tra i festival, ed il 3 Agosto 2013 a Finale Ligure nella cornice del Castello sul mare faremo il Festival Musicale della Carovana, dove si esibiranno i vari artisti che rappresentano i rispettivi festival.
 
E l’idea di collaborare con Wanted Primo Maggio?
E’ stata la conseguenza del connubio tra i festival. Per questo in collaborazione con Giulio Tedeschi, creatore di Wanted PM abbiamo pensato di provare il Wanted Emilia, senza invadere la Romagna per limiti logistici e diplomatici che non sto ad approfondire. E’ stato un esperimento ben riuscito, ma si può fare ancora meglio…
 
Wanted 1° primo maggio ha avuto eliminatorie al Trieste 34 e finale Fillmore, raccontaci le tue impressioni.
Il bilancio promozionale per Orzorock è stato ad ottimi livelli, se si guardano invece gli introiti diciamo che la crisi si fa sentire, tanto più in un ambiente giovanile che non naviga nell’oro, poiché se non girano grandi nomi di artisti, locali come il Fillmore di Cortemaggiore sono destinati a subire il non tutto esaurito.
Al Trieste 34 sono uscite vincitrici 2 ottime band come JACK FOLLA e MUSICANTI DI GREMA. Ad Orzorock Fillmore Festival i Jack si sono guadagnati all’unanimità di giuria la finale di Torino di WANTED 1 MAGGIO e i Musicanti apriranno Orzorock 2013 a fine Giugno. La serata al Fillmore è stata molto intensa e nella sua direzione artistica abbiamo cercato di unire tante realtà musicali diverse da tutto il Nord Italia e gli stand hanno fatto da coreografia ad una serata con circa 350 presenti, di cui siamo grati per l’ascolto di musica originale. Infatti non è facile seguire le novità musicali , in una realtà che vede ogni soggetto, inteso come persona, usufruire, come invece capitava fino a fine anni 90, di così tanta ricerca personale di musica come ora il web sa dare. Cioè…rischiamo di andare in tilt mentale per la troppa musica e a volte si rimane in casa ad ascoltarla…
 
Qual’è il tuo sogno per gli obiettivi futuri dell’associazione Orzorock?
Il mio sogno è molto semplice…Avere qualche incentivo in più che arrivi da Comune o Regione (Provincia ormai è un’utopia) per evitare di fare così tanta fatica con sponsor e sacrifici della nostra Associazione da quasi 20 anni per far suonare e divertire giovani e meno giovani di mezza provincia. Con un aiuto istituzionale in più si possono chiamare artisti di maggiore attrazione nazionale sul nostro palco vicino al nostro Trebbia…e tutto diventa più vero!
 
Un’anticipazione del festival Orzorock di Giugno?
Stiamo lavorando ed abbiamo già le idee chiare a livello di direzione artistica, dove mi avvalgo della collaborazione di un gruppo di giovani cresciuti nell’Orzorock, con a capo Alberto Zucconi, che già collaborano con altre istituzioni promozionali e organizzative piacentine, ed abbiamo già pensato al 90% delle band da invitare, che in 2 serate saranno circa una trentina. Forse avremo un ospite di richiamo nazionale…vedremo! Non faccio anticipazioni perché il Rock muore ed il giorno dopo risorge, per cui è inutile essere troppo anticipatori di qualcosa che deve ancora avvenire. Vi posso solo dire di venire numerosi, affamati, assetati e rumorosi alla sedicesima edizione di Orzorock 28-29 Giugno Trebbia di Gragnano (PC). Rock ‘n’ Roll Forever …Bye…

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.