Raduno Sinti a Piacenza, Sel: “Occasione di crescita”

Il Circolo SEL di Fiorenzuola e Val d’Arda risponde alla Lega Nord e a Fratelli d’Italia, che si sono dichiarati fermamente contrari e “pronti a scendere in piazza” per protestare contro il raduno sinti a Piacenza

Il Circolo SEL di Fiorenzuola e Val d’Arda risponde alla Lega Nord e a Fratelli d’Italia, che si sono dichiarati fermamente contrari e “pronti a scendere in piazza” per protestare contro il raduno sinti a Piacenza. “Affermano – si legge in una nota – che è ora che il comune di Piacenza pensi ai propri cittadini, ma, accecati da logiche razziste e xenofobe, non riescono a cogliere che pensare in prospettiva interculturale è esattamente pensare ai propri cittadini. Infatti: grazie al confronto, alla conoscenza reciproca, all’integrazione è il cittadino piacentino stesso a crescere e ad arricchirsi”.

“Inoltre il raduno gitano di Sant Marie de la Mar, il più grande a livello europeo, dimostra come esperienze di questo tipo non siano solo una crescita sul piano culturale ma, se ben organizzate e gestite, costituiscano anche una notevole fonte di guadagno per la città stessa”. “Il nostro invito – concludono – è quindi di liberarsi da chiusure mentali e accettare quella che è una delle più grande sfide (e risorse) della contemporaneità: la multiculturalità!”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.