Ultras in via Roma, ok dalla questura. Prc: “No alla marcia”

E’ arrivato anche il nulla osta della questura di Piacenza per la manifestazione che gli ultras del Piacenza Calcio hanno indetto per sabato prossimo 13 aprile in via Roma. 

Più informazioni su

E’ arrivato anche il nulla osta della questura di Piacenza per la manifestazione che gli ultras del Piacenza Calcio hanno indetto per sabato prossimo 13 aprile in via Roma. 

“Via Roma è piacentina” il il titolo dell’evento lanciata dagli ultras della curva Nord Piacenza ma aperta a tutti. Il motivo è noto, i recenti fatti di cronaca nera accaduti nella via del centro storico hanno acceso i riflettori sulla situazione di via Roma e gli ultras biancorossi si sono fatti promotori di questo evento che ha già suscitato polemiche

«La manifestazione è aperta a tutti – hanno spiegato gli ultras della Curva Nord – non ci sono matrici politiche e tantomeno ci saranno bandiere di partiti. Gli unici colori saranno il bianco e il rosso del gonfalone della città e qualche Tricolore perché, in fin dei conti, Piacenza è sempre la Primogenita d’Italia». Le polemiche si sono accese sui motivi della manifestazione. «Via Roma è la strada più bella della città e penso che la situazione sia sotto gli occhi di tutti, non si può ignorare quello che è successo negli ultimi giorni (aggressioni e risse, ndr) come non si può ignorare il fatto che non sia più dei piacentini. Noi della curva Nord ci siamo fatti promotori di questa iniziativa ma poteva essere qualunque altro piacentino, l’abbiamo fatto perché vogliamo bene alla nostra città e pertanto invitiamo tutti i piacentini, senza distinzioni politiche, a manifestare con noi sabato pomeriggio». L’appuntamento è per sabato 13 aprile alle 16.30 in Piazzale Roma (via dei Pisoni angolo con via Colombo).

COMUNICATO STAMPA DI RIFONDAZIONE COMUNISTA: NO ALLA MARCIA SU VIA ROMA. Di seguito il testo del comunicato del segretario provinciale del Prc David Santi

Apprendiamo che, per sabato prossimo, è stata organizzata una manifestazione caratterizzata dallo slogan “Via Roma ai piacentini”.
Secondo gli organizzatori, se le parole hanno un senso, una parte della nostra città non appartiene ai nativi piacentini e perciò deve essere liberata da una fantomatica occupazione.
Sotto la patina della “piacentinità”, è perciò evidente il messaggio di intolleranza, di divisione, discriminatorio e xenofobo alla base della manifestazione: il problema sarebbero gli immigrati che abitano e vivono in quella zona.

Per questo, riteniamo quella manifestazione pericolosa, proprio perché porta con sé, nei suoi presupposti non dichiarati ma lampanti, il germe del razzismo.  E’ viceversa necessario proseguire e rafforzare il lavoro di coesione e di costruzione di socialità agito in queste anni da alcune associazioni proprio in via Roma. Non c’è bisogno di nessuna marcia su via Roma. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.