Il Bettinardi diventa un cd. Conterrà le incisioni di 4 tra i migliori concorrenti

Nell’ambito della manifestazione “Piacenza Jazz Fest 2013”, l’etichetta discografica “Level49” e l’Associazione culturale “Piacenza Jazz Club” sono liete di presentare il cd Contest Chicco Bettinardi X Edizione Collection, prodotto da “Level49”, che contiene nove brani incisi da quattro gruppi che hanno partecipato all’edizione 2013 del Concorso Nazionale “Chicco Bettinardi - Nuovi talenti del Jazz italiano”: Mario Nappi Trio, Off Lines, Enrico Ronzani Trio e Five Coast Quintet.

Più informazioni su

Nell’ambito della manifestazione “Piacenza Jazz Fest 2013”, l’etichetta discografica “Level49” e l’Associazione culturale “Piacenza Jazz Club” sono liete di presentare il cd Contest Chicco Bettinardi X Edizione Collection, prodotto da “Level49”, che contiene nove brani incisi da quattro gruppi che hanno partecipato all’edizione 2013 del Concorso Nazionale “Chicco Bettinardi – Nuovi talenti del Jazz italiano”: Mario Nappi Trio, Off Lines, Enrico Ronzani Trio e Five Coast Quintet.
 
Si tratta di brani originali e inediti, con la sola eccezione del contributo del Mario Nappi Trio, che per quest’incisione ha espressamente voluto utilizzare la registrazione live dei due “standard” rivisitati che ha eseguito al “Milestone” di Piacenza per il “Bettinardi 2013”, ritenendoli maggiormente rappresentativi dell’ensemble, che si è, infatti, classificato tra i vincitori di quest’edizione del concorso. Ricordiamo che l’altro gruppo classificato è il Dynamic Trio e che la graduatoria dei due vincitori (1° e 2° posto) sarà rivelata solo il 18 maggio prossimo, nell’ambito del galà di chiusura del “Piacenza Jazz Fest”.
 
Il cd sarà in distribuzione dal 10 maggio 2013 e potrà essere richiesto direttamente a “Level49” all’indirizzo e-mail info@level49.it (scrivendo nell’oggetto: acquisto cd Contest Chicco Bettinardi), oppure acquistato presso i seguenti punti vendita di Piacenza: Alphaville, Via Tempio 50 (in centro storico); Naima Music Store, Viale Sant’Ambrogio 35/b (zona stazione FS). Il costo del cd è di 10 euro e il ricavato sarà devoluto a favore del concorso “Chicco Bettinardi 2014”, di cui andrà a integrare il montepremi.
 
“Level49” è un’etichetta discografica indipendente piacentina, che produce artisti e gruppi emergenti pop/rock, latin, funk e jazz e fa parte di “Bertostudio Edizioni Musicali e Produzioni Discografiche”. Fondata nel 2000, nasce con lo scopo di dare agli artisti con i quali collabora una maggiore visibilità sul mercato musicale. Si avvale di professionisti del settore – arrangiatori, compositori, musicisti, tecnici del suono – inclini a ogni tipo di musica. Collabora, inoltre, con prestigiose aziende del settore musicale internazionale – distributori, riviste, editori – e utilizza i principali social network per ottenere da ogni progetto il massimo rendimento.
 
Il concorso “Chicco Bettinardi” si avvale del sostegno di “Fondazione di Piacenza e Vigevano”, “Elitrans”, “Yamaha Music Europe GmbH – Branch Italy” e “Naima Music Store” ed è abbinato alla manifestazione “Piacenza Jazz Fest”, che si fregia del patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali ed è organizzata dall’Associazione culturale “Piacenza Jazz Club”, con il sostegno determinante della Fondazione di Piacenza e Vigevano, con il supporto della Regione Emilia-Romagna, del Comune e della Provincia di Piacenza e con il contributo di alcune importanti realtà istituzionali e imprenditoriali del territorio.
 
Il cd rappresenta un progetto importante, che il “Piacenza Jazz Club” accarezzava da anni e che suggella il decennale del festival e del concorso stesso. Il “Bettinardi”, riconosciuto tra i premi più accreditati del circuito nazionale, grazie alla partecipazione di concorrenti di altissimo profilo artistico e alla presenza di selezionate Giurie di esperti, è stato, infatti, istituito nel lontano 2003 con la denominazione “Nuovi talenti del Jazz italiano”. Nel corso degli anni si è articolato in ben tre sezioni (solisti, cantanti e gruppi) e solo dal suo secondo anno di vita è stato dedicato alla memoria di Enrico Bettinardi (Chicco per gli amici), socio fondatore del “Piacenza Jazz Club”, tragicamente scomparso nel 2004 e sempre attivamente impegnato nelle iniziative dell’Associazione.
 
«Chicco ha lasciato un grande vuoto – afferma Gianni Azzali, presidente del jazz club piacentino e direttore artistico del “Piacenza Jazz Fest” – che riusciamo a colmare solo una volta all’anno, in occasione del concorso che porta il suo nome. E’ il nostro modo per esorcizzare la tristezza della sua scomparsa, per ringraziarlo e per rendergli omaggio. Ci piace immaginare che ogni anno, da lassù, ascolti il battito di questi giovani cuori che arrivano in punta di piedi da tutta Italia per bussare alla porta del Jazz. Speriamo che questo cd sia il primo di una lunga serie, perché rispecchia fedelmente la vera “mission” del concorso, ovvero dare visibilità ai giovani talenti del Jazz italiano».
 
Il profilo dei gruppi riuniti nel progetto è di tutto rispetto.
 
Mario Nappi trio è composto da Mario Nappi al pianoforte, Corrado Cirillo al contrabbasso e Luca Mignano alla batteria: un trio giovane e di fresca percezione, dalle nuove sonorità e dalle geometrie improvvisative, che attingono al linguaggio del Jazz afroamericano riportandolo ai giorni nostri con una certa naturalezza e maturità. Il risultato finale è un continuo sincretismo fra tradizione afroamericana, partenopea e modernità, tra interplay e respiro del trio nella sua totalità, come un unico essere vivente; una vena compositiva tardoromantica testimonia la matrice eurocolta che accomuna i tre giovani.
 
Off lines è un progetto nato a Bologna all’inizio del 2012 dall’incontro di quattro giovani musicisti: Federico Pierantoni al trombone, Joseph Circelli alla chitarra, Christian Pepe al contrabbasso e Simone Sferruzza alla batteria. Il gruppo propone un repertorio costituito interamente da brani originali, scritti dai singoli elementi; le composizioni, pur affondando le radici nel linguaggio jazzistico più longevo, delineano altresì diverse soluzioni improvvisative, che si incrociano con un profondo interplay tra le personalità dei singoli componenti, generando soluzioni musicali tra le più disparate, che risultano in piena affinità con la scena musicale attuale. Il quartetto si è esibito in vari club, emittenti radiofoniche e rassegne e sta per pubblicare il suo primo lavoro discografico.
 
Enrico Ronzani Trio è composto da Enrico Ronzani al pianoforte, Giacomo Scheda alla batteria e Henrique Molinario al contrabbasso. L’ensemble trae diretta ispirazione dal primo “Bill Evans Trio”, con Scott LaFaro e Paul Motian, dal quale rimane affascinato, in particolare per la capacità di questi musicisti di mantenere tre personalità distinte all’interno di un tutt’uno musicale, ribaltando la gerarchia che poneva il solista al di sopra di tutti, in favore di un approccio più “corale”, in cui le singole voci, ognuna con la propria identità, dialogano tra loro, talvolta uscendo dal coro, ma pur sempre con unico fine: la musica. In quest’ottica Enrico Ronzani Trio affronta un repertorio che contempla sia brani “standard” (di autori come Miles Davis, Thelonious Monk e lo stesso Bill Evans), sia brani originali.
 
Il progetto Five Coast Quintet nasce nel 2012 all’interno del dipartimento Jazz del Conservatorio “F. Venezze” di Rovigo e riunisce cinque musicisti provenienti da diversi background culturali, musicali e soprattutto geografici (Sicilia, Puglia, Toscana, Marche, Veneto): Nazzareno Brischetto alla tromba e flicorno, Michele Tino al sax alto, Roberto De Nittis al pianoforte e tastiera, Glauco Benedetti al basso tuba e Diego Pozzan alla batteria. Il loro repertorio è costituito quasi interamente da brani originali, con particolare attenzione alla tradizione, ma strizza l’occhio anche al repertorio post-bop. Il quintetto ha già all’attivo numerosi concerti in giro per l’Italia e la partecipazione a diversi concorsi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.