Quantcast

L’Adunata più “social”. Con gli alpini crescono i lettori di PiacenzaSera 

Qualcuno ha commentato che, in occasione dell’Adunata, su Facebook gli alpini hanno preso il posto dei cani e dei gatti

Più informazioni su

Qualcuno ha commentato che, in occasione dell’Adunata, su Facebook gli alpini hanno preso il posto dei cani e dei gatti. A parte la malignità, nessun evento come la tre giorni delle penne nere a Piacenza può essere definito più “social”. Chi di voi non ha pubblicato una foto con un alpino sul proprio profilo, o scritto un post, o semplicemente condiviso foto altrui o magari le news di PiacenzaSera.it? Il web e i social network si sono confermati come straordinari amplificatori dell’evento, veri e propri strumenti di contagio dell’entusiasmo collettivo che gli alpini hanno generato. 

Mai come in questa occasione la rete si è mostrata “virale” e capace di allacciare legami e diffondere emozioni. L’informazione è cambiata in profondità, di fronte ai fatti e alla loro oggettiva manifestazione, è destinata ad arrivare sempre dopo. I reporter più tempestivi davanti allo spettacolo dell’Adunata sono stati infatti i fruitori del web: postando in tempo reale una foto o un video, o condensando in due righe una suggestione del momento.

Che significa? Che il nostro lavoro non serve più? Che anche il quotidiano online è destinato a venire superato dai social network? Non credo proprio, ma occorre riflettere sulle continue trasformazioni in atto. A noi spetta fare informazione, che vuol dire introdurre un principio ordinatore, gerarchico e di verità nel magma delle notizie più o meno attendibili, delle voci e dei post che si diffondono in tempo reale nel cyberspazio. Precisione e chiarezza vs approssimazione e finto sensazionalismo. Questo il compito che spetta al giornalismo digitale. Almeno noi la pensiamo così.

E comunque PiacenzaSera.it deve ringraziare gli alpini e l’Adunata perchè hanno permesso di incrementare del 50 % le nostre visite (+ 67 % di pagine viste). Un lettore su cinque ci ha letto dallo smartphone e anche da Facebook tramite cellulare e tablet i contatti sono saliti del 15 %. Tanti i visitatori che sono arrivati da fuori Piacenza: triplicate le visite da Roma e da Torino, + 60 % da Milano; e anche dall’estero: basti pensare al + 40 % dagli Usa. Grazie alpini. 

Mauro Ferri

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.