Pneumatici abbandonati, parte la bonifica. E Striscia torna a Fiorenzuola foto

“Mi fa piacere - ha dichiarato a Capitan Ventosa Giovanni Compiani - che si sia arrivati alla soluzione del problema grazie all’impegno congiunto della maggioranza e di alcuni esponenti della minoranza in Consiglio comunale"

EcoTyre e il Comune di Fiorenzuola hanno firmato oggi, presso la sede del Comune, l’autorizzazione alla bonifica del deposito abusivo di PFU nella zona industriale San Bernardino di Fiorenzuola. E poco dopo la firma è iniziata, alla presenza delle telecamere di Striscia la Notizia e dell’inviato Capitan Ventosa, la rimozione degli pneumatici

Il Consorzio EcoTyre, che si occupa della raccolta e della gestione degli Pneumatici Fuori Uso (PFU) derivanti dal mercato nazionale del ricambio, si è reso disponibile a un’attività straordinaria: la bonifica del deposito abusivo degli pneumatici nella zona industriale del Comune di Fiorenzuola. Data la sua particolare attenzione alla salvaguardia ambientale, EcoTyre, che ordinariamente garantisce il corretto trattamento e recupero degli pneumatici consegnati ai gommisti in fase di cambio gomme, ritirerà gratuitamente le circa 2.500 tonnellate di PFU presenti all’interno del deposito (oltre 300.000 pezzi). Nelle attività sarà impegnato un team operativo dedicato e saranno effettuati circa 300 trasporti fino all’impianto di recupero. Questa speciale tipologia di rifiuti, infatti, necessita di un trattamento piuttosto delicato ma è recuperabile al 100%. Dagli PFU è possibile ottenere un polverino utilizzato, per esempio, nei sottofondi stradali, nel rivestimento di piste di atletica, di aree gioco per bambini etc. Possono servire, inoltre, anche per il recupero energetico.  

“Mi fa piacere – ha dichiarato a Capitan Ventosa Giovanni Compiani, sindaco di Fiorenzuola, intervenuto insieme al presidente del Consiglio comunale Santino Bravo e all’assessore all’Ambiente Sara Felloni – che si sia arrivati alla soluzione del problema grazie all’impegno congiunto della maggioranza e di alcuni esponenti della minoranza in Consiglio comunale, in particolare i consiglieri comunali Paola Pizzelli e Sandro Dialuce, che voglio nuovamente ringraziare. Questo, ne sono da sempre convinto, rappresenta il migliore degli approcci possibili alla vita amministrativa di una città. Il mio grazie va al presidente di EcoTyre Enrico Ambrogio per la grande disponibilità, al cittadino Gianpiero Baroni per la segnalazione a Striscia la Notizia e, ovviamente, al telegiornale satirico di Canale 5 per il suo approccio “costruttivo” alla vicenda: senza il servizio trasmesso poco meno di un mese fa da Striscia, ben difficilmente saremmo riusciti a metterci in contatto con EcoTyre, un consorzio con tutte le carte in regola per la rimozione in tempi ragionevolmente brevi degli pneumatici”.

La vicenda del deposito abusivo si sviluppò dal 2001 quando il capannone dove ora giacciono gli pneumatici venne preso in affitto dalla ditta Sidperlast, denunciata nel 2002 dal proprietario dell’immobile per uso indebito del capannone, posto sotto sequestro l’anno dopo dal Gip di Piacenza. Siderplast venne quindi condannata dal Tribunale a sgomberare il capannone dagli pneumatici, ma il provvedimento è sempre stato disatteso.

“Siamo molto orgogliosi – ha detto Enrico Ambrogio, Presidente di EcoTyre – di aver potuto contribuire a risolvere questo problema ambientale per il Comune di Fiorenzuola d’Arda. Si tratta di una raccolta straordinaria che i Soci del nostro Consorzio, produttori e importatori di pneumatici e case automobilistiche, hanno deciso di finanziare con l’avanzo di gestione dello scorso anno e che si affianca al lavoro quotidiano che svolgiamo per ritirare e recuperare gli PFU presso oltre 5.000 gommisti in tutta Italia.”   


LA VICENDA


Tonnellate di pneumatici abbandonati, “Striscia” a Fiorenzuola

Fiorenzuola, deposito abusivo pneumatici. Cavalli e Pollastri pressing sulla Regione

Pneumatici abbandonati a Fiorenzuola, accordo per la rimozione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.