Quantcast

Raduno sinti, la Lega contro il Comune. “E diciamo no allo ius soli”

"In questi giorni abbiamo ospitato l’adunata degli alpini, una situazione ben diversa da quello che ci aspetta con il raduno dei Sinti - spiega il vice presidente della Provincia Maurizio Parma - stiamo parlando di gente che si ricorda bene dei propri diritti mentre si dimentica dei propri doveri"

La Lega Nord contro il Comune di Piacenza per l’autorizzazione concessa al raduno dei sinti in programma nei prossimi giorni in città. “Anche se adesso organizzano manifestazioni religiose, nei secoli i Sinti non si sono certo distinti per essere degli “stinchi di santo” – attacca il segretario provinciale del Carroccio, Pietro Pisani -. Anche Repubblica, che di certo non e’ un giornale di destra, ha pubblicato lo specchietto dei “segni” che gli zingari fanno di fianco ai portoni, per indicare le abitazioni in cui rubare”.

“In questi giorni abbiamo ospitato l’adunata degli alpini, una situazione ben diversa da quello che ci aspetta con il raduno dei Sinti – aggiunge il vice presidente della Provincia Maurizio Parma – stiamo parlando di gente che si ricorda bene dei propri diritti mentre si dimentica dei propri doveri. Parlando come militante, devo far presente le tante telefonate di preoccupazione che riceviamo da parte dei cittadini”. “Invito tutti i piacentini a controllare se all’esterno delle loro abitazioni sono presenti segni particolari – ha fatto eco Stefano Cavalli, consigliere regionale del Carroccio – perché potrebbe voler dire diventare bersaglio di furti”.

Cavalli ha poi toccato il tema dello ius soli: “Come Lega Nord siamo contrari alla concessione dello ius soli. Lo stesso presidente del Senato Piero Grasso ha detto che sarebbe una disgrazia per l’Italia concedere lo ius soli e eliminare il reato di clandestinità”. Sulla stessa lunghezza d’onda anche Manes Bernardini, referente  federale Lega Nord per l’immigrazione. “Mi piacerebbe incontrare la neo ministra Cecile Kyenge per spiegarle il nostro no allo ius soli – ha detto -. La sfidiamo sui contenuti e sui costi che comporta per noi l’immigrazione”. Da lunedì inizieranno i lavori per la creazione di una cabina di regia destinata a definire il peso dell’mmigrazione sulla società italiana, anticipa sempre Bernardini. “I nostri dati e le valutazioni conseguenti saranno obiettivi” dice. Da domani parte invece la raccolta firme contro la concessione dello ius soli. “Non è questione di razze o razzismo. Ma di legalità e illegalità”, conclude Pisani.

Da Luca Zandonella Callagher è poi arrivata la proposta di trasferire i detenuti stranieri nei loro paesi d’origine, per far loro trascorrere li la propria pena. Zandonella fa anche un bilancio dei presidi in via Roma. “I residenti si dicono spaventati e abbandonati, il Comune non interviene”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.