Taglio del nastro per il Festival Musica Diffusa foto

Una serra ha qualcosa a che vedere con un teatro? Certo, un teatro non solo può essere alloggiato all’interno di una serra ma può integrarsi a tal punto con essa da divenire una nuovo categoria architettonica, un teatro-serra

Più informazioni su

Una serra ha qualcosa a che vedere con un teatro? Certo, un teatro non solo può essere alloggiato all’interno di una serra ma può integrarsi a tal punto con essa da divenire una nuovo categoria architettonica, un teatro-serra. Ciò è avvenuto nella serra del parco di Villa Raggio di Pontenure dove, sabato 4 maggio, ha preso il via il Festival Musica Diffusa organizzato dall’associazione Banda Larga.

La serra di Pontenure è un luogo insolito e un pò magico; tutti coloro che hanno concorso all’organizzazione del festival hanno passato giorni e giorni di duro lavoro per liberarla dai detriti e dai materiali giacenti lì da molto tempo ed il risultato è stato magnifico e sorprendente. Il sindaco di Pontenure Angela Fagnoni, nel corso dell’inaugurazione dell’evento, lo ha sottolineato con stupore e grande soddisfazione.

Alle ore 16 di sabato pomeriggio il festival ha preso il via nella piazza principale di Pontenure: il Corpo Musicale Isacco del Val – Carlo Pegorini di Pontenure, diretto dal Maestro V. Bolzoni, ha attaccato la musica, dirigendosi a passo di marcia verso il Parco di Villa Raggio dove le autorità hanno presenziato al taglio del nastro tricolore decretando finalmente l’inizio della kermesse musicale.

Nell’arco della giornata si è tenuta l’esilarante esibizione del Circo Oblak che ha affascinato i più piccoli mentre i più grandi hanno potuto intrattenersi ammirando la mostra fotografica dei fotografi di Kairos Magazine (www.kairosmagazine.it), acquistare qualcosa nel mercatino di oggetti vintage allestito dalle ragazze di Sant’Antonino 34 Vintage, scegliere qualche pianta tra le molte in esposizione portate da Orto Botanico Cooperativa Sociale o intrattenersi con il dj set di Karmachina sorseggiando naturalmente l’aperitivo di rito offerto da AIS.

Musica Diffusa proseguirà ogni sabato pomeriggio dalle ore 16 e ogni domenica mattina dalle 10 concludendosi allora di pranzo con il brunch a cura del Birrificio La Buttiga.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.