Quantcast

“Terra madre del Vino”, sabato 7ma edizione alle Cantine Bonelli

Giunto alla 7° edizione l’appuntamento rientra in un più ampio progetto aziendale di sostenibilità del proprio territorio e di responsabilità sociale e ha lo scopo di sensibilizzare l’attenzione riguardo l’argomento “terra” nelle sue possibili accezioni. 

Giunto alla 7° edizione l’appuntamento “Terra Madre del Vino” rientra in un più ampio progetto aziendale di sostenibilità del proprio territorio e di responsabilità sociale e ha lo scopo di sensibilizzare l’attenzione riguardo l’argomento “terra” nelle sue possibili accezioni. L’azienda vinicola, ubicata in una delle regioni più interessanti dell’Appennino settentrionale, diventa così un luogo di approfondimento dei concetti di terra, territorio, terroir, tipicità e identità culturale con il contributo di discipline diverse. Intento dell’azienda è infatti di promuovere una serie di eventi a carattere divulgativo che concorrano a sostenere e valorizzare le notevoli potenzialità della propria zona interagendo in progetti ad ampio raggio che possano favorire una maggiore visibilità.
Quest’anno il tema della giornata è la comunicazione e sarà approfondito da tre esperti di altrettanti linguaggi nell’intento di dare una visione globale e completa dell’argomento scelto. Il format prevede un approfondimento in forme molto diverse tra loro ma ugualmente interessanti ossia la didattica, l’immagine, il suono. 
L’edizione 2013 de “la Terra è la Madre del vino” sarà così strutturata:
 
Un sorso, un messaggio: il vino come oggetto e come strumento di comunicazione, Claudio A. Bosio Preside della Facoltà di Psicologia Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
 
D.O.C. Denominazione di Origine Cinematografica: gocce di cinema in compagnia, Vittorio Fusco cinefilo 
 
Suoni immaginati: Gianni Azzali, musicista
 
Coordinatore:
Simona Segalini, giornalista
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.