Quantcast

Fiba Cisl Piacenza “Eccessive le retribuzioni dei top manager”

Intervento di Cisl Piacenza

Più informazioni su

Intervento di Cisl Piacenza

L’attuale crisi economica che si protrae da troppo tempo e che impone sacrifici per tutti non ci consente di ignorare l’eccessiva retribuzione dei top-manager. 

 
Per fare un esempio la media di quanto percepito dai Direttori e Amministratori Delegati di Banche e Assicurazioni è pari, in Italia, a 42 volte quella dei Lavoratori dei due settori, con punte di 108.
 
Per questo la Fiba/Cisl, la categoria dei Bancari, Assicurativi ed Esattoriali della Cisl ha intrapreso una iniziativa di raccolta firme, rivolta a tutti i cittadini, per la presentazione di una proposta di legge popolare che limiti le retribuzioni dei manager ed i premi che gli stessi percepiscono.
 
La proposta prevede che la retribuzione massima non  possa raggiungere il rapporto di 1 a 20 tra stipendio medio del Lavoratore (come da Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro) ed il top-manager e una retribuzione fissa massima pari a Euro 294,000 (come previsto nel pubblico impiego). Inoltre proponiamo che il rapporto tra retribuzione fissa e variabile sia pari a 1:1 (recependo in tal modo una direttiva europea).
 
Si tratta, come si vede, di una proposta concreta che necessita dell’impegno dell’Organizzazione nel suo insieme e dei cittadini tutti  ed un iter ben preciso, stabilito dalla legge, che deve concludersi  con la raccolta complessiva, in Italia,  di almeno 50.000 firme di cittadini proponenti. Dovrà poi essere il Parlamento Italiano ad approvarla. Il contributo, come dicevo,  deve essere di tutti: la somma di ogni singola firma rappresenta un passo fondamentale al raggiungimento del quorum necessario che auspichiamo, se possibile, venga ampiamente superato. Occorre riformare la finanza ed i suoi meccanismi e rilanciare il ruolo attivo dei Lavoratori nella società. 
Ricordiamo che lo scorso Marzo in Svizzera, regno delle Banche e delle multinazionali, si è svolto un referendum volto a normare la materia delle retribuzioni del top-management. Ebbene, in tutti i cantoni del Paese la maggioranza dei Cittadini ha approvata la proposta secondo cui la remunerazione dei Dirigenti di multinazionali, società quotate in borsa e spa in generale, venga decisa non più dai Consigli di Amministrazione ma, di anno in anno, dall’assemblea dei Soci. Un risultato storico ed inaspettato per la Svizzera che, ci auguriamo, possa aprire una breccia anche per la nostra iniziativa.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.