Giovani e lavoro: 51 proposte dagli imprenditori under 35

I bandi "Giovani e idee d’impresa" e "Start cup", e la creazione della "Cittadella del lavoro e della creatività" sono la proposta del comune ai giovani di Piacenza

Combattere la disoccupazione, in particolare quella giovanile. Questo l’obiettivo che il Comune di Piacenza si pone. Anche perché a livello regionale i giovani senza lavoro sono più di uno su cinque. Diverse le strategie messe in campo dall’amministrazione: dalla promulgazione e adesione ai bandi regionali a riservare la sede della ex circoscrizione 2, sino alla realizzazione della “Cittadella del lavoro e della creatività giovanile”.

I bandi regionali a cui Piacenza si è affiancata, hanno dato risultati molto buoni, sia sotto il profilo quantitativo che sotto il profilo della qualità. Per il progetto “Giovani e idee d’impresa”, sono arrivate dalla nostra provincia 31 proposte, idee che hanno tempo fino al 3 settembre, quando saranno valutate, per prendere forma . Venti invece sono state le proposte, per un totale di 35 proponenti, per il bando “Start cup” nate nel territorio, e ben tre di esse sono state premiate.

“Con i bandi e la Cittadella, che vedrà il taglio del nastro all’inizio del 2014, il comune da la possibilità ai giovani di avere spazi, professionalità e credito per dare vita alle proprie idee – ha spiegato Paola Beltrani, assessore alle Politiche giovanili – Il Comune fa ciò non per delega specifica ma per la sensibilità che la politica deve avere sul tema della disoccupazione giovanile. Noi non siamo nelle condizioni di creare posti di lavoro ma abbiamo la possibilità di dare strumenti e mezzi per chi vuole dare vita a qualcosa, questo insieme ai sindacati, le cooperative, le associazioni di categoria e gli enti territoriali”.

“I risultati del bando Start Cup sono stati molto importanti perché dal piacentino sono arrivate 20 domande in meno di un mese – ha aggiunto con soddisfazione l’assessore alla Promozione e sviluppo del territorio, Francesco Timpano – i 3 vincitori piacentini avranno un premio in denaro, consulenza per il proprio progetto ed una convenzione per un credito privato. Oltre a questo vogliamo valorizzare anche chi non ha vinto, creando una community per continuare ad investire sulla creatività e l’imprenditorialità, in vista dei bandi futuri, che si focalizzeranno sulla cultura creativa”.

Le idee che sono uscite da questi bandi, dalle proposte di tanti giovani che si sono messi in gioco e hanno proposto i loro progetti, sono legati all’innovazione tecnologica (il web 2.0 e la comunicazione), alla promozione del territorio e del turismo di qualità, all’economia solidale e la tutela dell’ambiente (si va dai prodotti a km0 fino all’osteria eco-sostenibile), alla creatività legata all’arte e all’artigianato.

“Il Comune – ha concluso Giuseppe Magistrali, dirigente del Comune di Piacenza – ha a disposizione 20 mila euro per sostenere queste forme di imprenditoria, anche perché dalla regione stiamo ricevendo molta attenzione sia per quanto riguarda la Cittadella sia per la risposta che è arrivata Piacenza nell’ambito del bando Start cup che nell’ambito di Giovani e idee d’impresa. Proprio con la regione avremo un incontro per cercare altre risorse per continuare questo cammino”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.