Quantcast

Incendi boschivi, dal primo luglio la fase di attenzione in regione

Come previsto dal “Piano regionale di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi” (periodo 2012-2016), squadre di Vigili del Fuoco

Più informazioni su

Protezione civile – Incendi boschivi, il 1° luglio scatta la fase di attenzione. Squadre di Vigili del Fuoco, Corpo forestale dello Stato e volontari di Protezione civile lavoreranno insieme coordinate dall’Agenzia regionale di Protezione civile attraverso la Sala operativa unificata permanente (Soup)

Bologna – Dal 1° luglio scatta la fase di attenzione per gli incendi boschivi in Emilia-Romagna. Durerà fino al 30 settembre 2013.

Come previsto dal “Piano regionale di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi” (periodo 2012-2016), squadre di Vigili del Fuoco, del Corpo forestale dello Stato e volontari di Protezione civile lavoreranno insieme su tutto il territorio. Verranno coordinate dall’Agenzia regionale di Protezione civile attraverso la Sala operativa unificata permanente (Soup) durante tutto il periodo di attenzione, in stretto raccordo con Province, Comuni e Comunità montane. La Soup sarà operativa tutti i giorni dalle 8 alle 20 a partire dal 1° luglio. In orario notturno verranno garantiti un servizio di reperibilità continuativo e la risposta alle chiamate d’emergenza dalla centrale operativa regionale del Corpo forestale dello Stato.

Il Piano prevede il progressivo rafforzamento della task force regionale giornaliera in base all’aumento del rischio di innesco e propagazione degli incendi secondo i dati e le previsioni fornite da Arpa-Sim (Servizio idro-meteo-clima).
In difesa degli ecosistemi forestali dell’Emilia-Romagna saranno a disposizione, sempre a partire dal 1° luglio, un elicottero di pronto intervento e spegnimento aereo del Corpo forestale dello Stato e uno dei Vigili del Fuoco all’aeroporto di Bologna, dove è anche disponibile, per attività di ricognizione, un elicottero dei Vigili del Fuoco, di minori dimensioni.

La Soup monitora e unisce le informazioni sul territorio e, in caso di incendi molto estesi, è pronta a mobilitare sia uomini che mezzi anche spostando, se necessario, le squadre da una provincia all’altra. Sempre in caso di necessità il direttore dell’Agenzia regionale di Protezione civile può richiedere il supporto dei mezzi aerei del Dipartimento della Protezione civile (Canadair e altri elicotteri), che intervengono nello spegnimento degli incendi boschini in tutto il territorio nazionale.

I cittadini, in caso di avvistamento di un incendio, possono chiamare il 1515 – numero nazionale di Pronto intervento del Corpo forestale dello Stato; il 115 – numero nazionale di Pronto intervento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso pubblico e della Difesa civile; l’800-841051 – numero verde del Corpo forestale dello Stato; l’800-333-911 – numero verde dell’Agenzia regionale di Protezione civile. La chiamata è gratuita.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.