Orzorock, torna la musica in riva al Trebbia. 18 concerti in due giorni

Oggi e domani, sabato 29 giugno, dalle ore 20 a oltranza, due palchi, 18 concerti, due dj-set, tanto cibo, fiumi di birra e ingresso libero. Ecco Orzorock, sedicesima edizione, come sempre in zona Cosmo di Gragnano Trebbiense

Più informazioni su

Cuore puro e bella musica. Tutta roba viva e pulsante. 18 gruppi indipendenti in arrivo da Piacenza, provincia e da vari angoli d’Italia. Un fiume di produzioni originali. Due giorni di musica (venerdì 28 e sabato 29 giugno) per tenere a bada il rock indipendente. Questo è quanto è iscritto nel dna di Associazione Orzorock, che torna per la sedicesima edizione della manifestazione in riva al trebbia, in zona Cosmo di Gragnano.

2013, anno di sacrifici. Gli Orzorockers non si arrendono e continuano nella loro missione: stabilire un contatto tra musica e natura nel letto del fiume Trebbia. Orzorock c’è. Per chi lo ama e per chi rispetta le idee degli altri. Per chi ascolta la musica originale senza fermarsi alle frontiere di provincia. Ora siamo qui, domani chissà, magari su un’altra costa del fiume o ai piedi di una montagna. Ma ci saremo.

2013, anno di gemellaggi. Orzorock fa parte, da novembre 2012, della Carovana dei Festival, un gruppo coeso di 7 festival musicali (Periferie e Lilith di Genova, Varigotti di Savona, Miscela e Wanted PrimoMaggio di Torino, Indiesponente di Imperia, oltre ad Orzorock), un consorzio che organizza eventi, scambi promozionali e di band. Orzorock Fillmore Festival, all‘inizio di aprile 2013 nello storico club di Cortemaggiore, era una tappa di questo cammino in divenire e una sorta di anteprima del festival di quest’anno, con un solido scheletro di gruppi piacentini e in arrivo dai territori limitrofi oltre a diverse band ospiti da varie regioni d’Italia. Tra queste: i SICA, giovani vincitori del contest Wanted PrimoMaggio; i MODOJOHN, ospiti inviati dal Roccaling Festival di Roccagorga di Latina – altro evento gemellato con Orzorock – e i SULA VB, rivelazione napoletana di questi ultimi mesi.

Info e contatti
FACEBOOK – “Orzorock” https://www.facebook.com/pages/Orzorock/140810079374476
MAIL – orzorock@hotmail.it

PROGRAMMA

VENERDI 28 GIUGNO

ROVERHEART – A cominciare Orzorock nel modo migliore ci pensa questo giovane e sempre più maturo quintetto hard rock progressive di stampo ‘60/’70 che si lascia contaminare da influenze più moderne. Suoni vintage e groove sono garantiti.
SEELE BRENNT – da Genova arriva questa giovane band di stampo alternative rock senza stereotipi, fondato sulla ricerca del suono avviluppato al ritmo e scandito dalla perfetta imprecisione che solo l’istinto sa dettare.
MORGHT’N’TORG – Non si conosce molto in verità di questa band di respiro rock, dance, manuche. I testi sono spesso sotto forma di moniker, come accade nella house più becera. Trasformare Orzorock in una piccola discoteca rock con loro si può! 
WUNDERKAMMER – Band non convenzionale, composta da tastiere giocattolo, basso e batteria. Mettono in musica testi ispirati dal pensiero di Pier Paolo Pasolini in un genere che non poteva che essere definito “ elettropAnk”.
ZEBRA FINK – Rock italiano ampiamente contaminato dallo stoner, con echi di hard-rock, psichedelia e serrate di chitarre metal. Nella guerra dei volumi non si tirano mai indietro. “L’era del Porno Amatoriale” può finalmente cominciare!
TRYPTAMIN – Con il loro rinnovato mix di alternative metal, psichedelia, elettronica, new wave e spolverate di jazz da balera, i Tryptamin tornano dopo una (in)giustificata assenza proponendo un assaggio di “Monday Hangover”, primo ed atteso album in arrivo a fine estate.
SULA VENTREBIANCO – da Napoli una delle band rivelazione dell’anno. Rock italiano a dir poco deciso, sprazzi di stoner ed elettronica qua e là, l’approccio live è quello giusto. Se dovessimo scommettere su una band che farà parlare di sé punteremmo su di loro…e a noi piace vincere facile! SICA – Arriva dalla provincia di Torino la band vincitrice di Wanted Primo Maggio 2013. Electro-Rock “casinista” e senza inibizioni che fa di loro il gruppo giusto al momento giusto, ovvero quello di fare festa…GO TO THE PARTY!
TRAMADROPS – Il finale di serata ormai da due edizioni è nelle mani di quest’uomo. Tramadrops ci prende nel buio e ci porta fino alle prime luci dell’alba in un percorso fatto di rock, progressive, electro-house e techno purissima.


SABATO 29 GIUGNO

JAY’S PIG – A rompere il ghiaccio al Sabato ci sarà questa giovane e promettente band in bilico tra alternative e progressive rock. E’ il loro esordio ad Orzorock e sono già carichissimi.
DEFRAMAT – Questi giovani ragazzi gragnanesi hanno già alle spalle un’esperienza musicale da vendere. Al consueto repertorio di cover che han fatto la storia della musica aggiungono qualche nuovo pezzo originale che fa intravedere un futuro roseo.
SUBBUGLIO! – Da Savona. La vena cantautorale del frontman Roberto Grossi viene accompagnata da un’ottima band in un progetto eclettico di pop, rock, musica d’autore che non disdegna il funky e il progressive.
INSULA – Nuovo interessante progetto stoner dalle sfumature alternative che cresce di giorno in giorno. Se vi piacciono i riff potenti alternati ad arpeggi d’atmosfera questo è il gruppo che fa per voi.
NOTHING IMPORTANT HAPPENED TODAY – Post-rock romantico quanto basta, divagante ma allo stesso tempo dritto al cuore. In questa band (quasi) strumentale la voce non è un elemento essenziale per permettere a chi ascolta di interpretare in modo ancora più personale e interiore le emozioni provate. Buon viaggio!
BRAVI TUTTI – Botti di punk-rock “sfortunato” e “sociodemenziale” per il pubblico di Orzorock, ritornando alla tradizione di metà anni 2000. I Bravi Tutti però sotto la maschera demenziale sono bravi davvero ed hanno il tiro giusto, quello per muovere il c… sotto il palco. Spettacolo (in)decoroso garantito!
MISFATTO – Prima tappa dell’appendice estiva del tour di “11 eroi morti” che da Novembre 2011 ha portato i nostri in giro per il Nord Italia. Trip-rock e psichedelia-pop è il marchio di fabbrica di questa band capitanata da Gabriele Finotti, musicista, poeta e storico fondatore di Orzorock.
JACK FOLLA – il gruppo piacentino del momento se ce lo permettete. Suonano tanto e spaccano di più. Arrivano da noi con un crossover a due voci rivisto in uno stile più moderno ed orecchiabile ma sempre cattivissimo. La bomba è pronta ad esplodere!
MOSCHE DI VELLUTO GRIGIO – Una tempesta di celtic-punk si appresta a travolgere Orzorock. Amanti del folk irlandese e delle ballate malinconiche rilette in chiave punk, le MVG hanno dato vita ad una nuova proposta musicale italiana, schierati sotto la bandiera combat e anti folk.
BRAVI TUTTI – Botti di punk-rock “sfortunato” e “sociodemenziale” per il finale di Orzorock, ritornando alla tradizione di metà anni 2000. I Bravi Tutti però sotto la maschera demenziale sono bravi davvero ed hanno il tiro giusto, quello per muovere il c… sotto il palco. Il finale (in)decoroso è garantito!
BLACKAT CREW – Nati pochi minuti dopo la nascita del tasto sync, ma qualche ora prima della dubstep. Un ménage a trois che va dal country alla techno passando per il funky e i bassi più profondi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.