Quantcast

Carpaneto, bagno di folla per la presentazione. I saluti di Gianni Rivera

Circa duecento persone hanno partecipato alla serata di vernissage della squadra biancazzurra. Il “Golden Boy” ha mandato un messaggio per sostenere i ragazzi del patron Rossetti

Bagno di folla per la presentazione ufficiale dell’Asd Calcio Carpaneto, che martedì sera è stata sotto le luci dei riflettori in centro paese per il “vernissage” della società biancazzurra, neopromossa in Prima categoria. Circa duecento persone hanno seguito con attenzione la serata, presentata dallo speaker Nicola Gobbi e che ha visto presenti giocatori, staff tecnico, dirigenti e autorità.

“Ho voluto investire a Carpaneto – ha spiegato in apertura il presidente Giuseppe Rossetti – perché è il mio paese; sta nascendo una grande società, che si sta affacciando a un palcoscenico importante. Sarà una grande squadra, che è giusto presentare in una bellissima serata per il paese, che ci sta dando tantissimo e al quale chiedo di voler bene a questa squadra e al nostro settore giovanile, che è il nostro polmone”.  Il microfono è poi passato al sindaco Gianni Zanrei, che ha evidenziato i grandi successi che sta ottenendo lo sport sul territorio. “Tutti i cittadini – ha affermato il primo cittadino – possono essere fortunati e contenti. I risultati non arrivano mai per caso e dietro ci sono ottime società, con tanti volontari che aiutano. Anche l’Asd Calcio Carpaneto è un patrimonio del paese”.

Un messaggio speciale è arrivato da Gianni Rivera, lo storico campione amico della società: il Golden Boy, attraverso Elena Torri su invito del vicepresidente Fabrizio Faimali, ha inviato un messaggio di saluto e “in bocca al lupo” alla squadra. Squadra che sarà guidata anche quest’anno dal tecnico Riccardo Paganini, al quale è stata data in mano una squadra davvero importante con ambizioni altrettanto altolocate. “Preoccupato? Per me lo saranno più gli altri – ha sorriso il tecnico – so che giocatori ho a disposizione e sappiamo tutti cosa dobbiamo fare. Abbiamo puntato su ragazzi bravi tecnicamente, ma anche con doti umane, che sentano la maglia del Carpaneto addosso e sudino per onorarla. A mio avviso faremo bene, pur dovendo anche quest’anno amalgamare diversi elementi nuovi. Le rivali più agguerrite? Ci sono tante squadre di primo livello, tra le quali Agazzanese, Gotico, Baby Brazil e Vigolo”.

“Il mercato è chiuso”, ha annunciato durante la serata il direttore sportivo Massimo Proietti, sempre abile e molto attivo sulla piazza. La società, ha precisato patron Rossetti a margine, sarà comunque attenta all’evoluzione del mercato stesso. Simpatico anche il simbolico passaggio di testimone tra Alessandro Tondelli e Gianluca Carini come bandiera calcistica del paese. Il primo è assessore allo sport e l’anno scorso ha indossato la fascia di capitano prima di intraprendere ora altre strade, mentre il secondo si prepara a riceverne l’eredità.

Poi via a conoscere i vari protagonisti della nuova avventura, senza dimenticare il gemellaggio con il Gs Cadeo Carpaneto ciclismo. Nell’occasione, accompagnata dal presidente Mauro Veneziani, è stata festeggiata Elena Pisu, recente campionessa italiana su strada nella categoria Donne Esordienti primo anno. Nei prossimi giorni l’Asd Calcio Carpaneto presenterà la campagna abbonamenti per la stagione 2013-2014, oltre a studiare nuove iniziative che accompagneranno la nuova, stimolante avventura.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.