Quantcast

Ciclismo, Pisu (Gs Cadeo Carpaneto) si laurea campionessa d’Italia

Campioni d’Italia! Per il Gs Cadeo Carpaneto, il sogno tricolore è diventato realtà. La bacchetta magica è quella della promessa bolognese Elena Pisu, che stamattina si è laureata campionessa italiana su strada a Boario Terme (Brescia) nella categoria Donne Esordienti primo anno.

Campioni d’Italia! Per il Gs Cadeo Carpaneto, il sogno tricolore è diventato realtà. La bacchetta magica è quella della promessa bolognese Elena Pisu, che stamattina si è laureata campionessa italiana su strada a Boario Terme (Brescia) nella categoria Donne Esordienti primo anno. Il sigillo tricolore è arrivato grazie a uno spunto irresistibile nel finale, quando Elena ha messo il turbo e ha stravinto la volata, arrivando a braccia alzate con un buon margine sulle più immediate inseguitrici.
 
Un’azione che sembra semplice, ma che lo è solo per una ragazzina di tredici anni che, pur essendo al primo anno nella categoria Esordienti, ha dimostrato di andare fortissimo, correndo con testa, forza, velocità e coraggio. Non a caso, in diverse gare che hanno preceduto i campionati italiani di Boario Terme, la Pisu è riuscita a mettere dietro anche le avversarie di un anno più grandi. La ciliegina sulla torta nella prima gara degli italiani di Boario Terme è la conquista del traguardo volante di un’altra promessa del Cadeo Carpaneto, Giorgia Montanari.
La straordinaria impresa di Elena, da quest’anno in forza al Gs Cadeo Carpaneto, ha fatto scatenare la gioia dell’intero team guidato dal presidente Mauro Veneziani. La sua festa, infatti, è stata quella di tutta la squadra, unita non solo nelle tattiche sui pedali, ma anche dopo esser scesi dalla bicicletta.
 
Per il sodalizio piacentino, l’acuto tricolore della Pisu rappresenta il ventunesimo titolo italiano della storia che dura da quarantasette anni. Questo, però, ha un sapore particolare, perché è il primo sigillo conquistato su strada dopo le tante vittorie centrate negli anni scorsi su pista e nel ciclocross.
Raggiante il presidente Mauro Veneziani, normalmente già adrenalinico e a maggior ragione pazzo di gioia dopo questa grande impresa di Elena Pisu, emozionata sul podio quando l’Inno di Mameli suonava per lei. “E’ una soddisfazione grandissima – confessa a caldo Veneziani – la più grande degli ultimi quattro anni da quando ho preso in mano questa società. Sono davvero fortunato perché ho atleti fantastici, non solo Elena, ma tutti. Questo risultato ripaga i grandi sforzi che facciamo per organizzare al meglio l’attività e anche la fiducia che gli sponsor ci hanno nuovamente accordato nonostante il momento economico tutt’altro che roseo. Non ci fermiamo qua: domenica saremo in gara anche negli Allievi e nelle Allieve e speriamo di conquistare altre soddisfazioni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.