Quantcast

Ecco la stagione di prosa, con Zingaretti, Gassman, Orlando, Finocchiaro foto

Presentata la nuova stagione di prosa del Municipale di Piacenza, curata da Teatro Gioco Vita. Il ricco programma e’ stato illustrato nel magnifico spazio, da poco recuperato, dell’ex chiesa dei Gesuiti 

Più informazioni su

Presentata la nuova stagione di prosa del Municipale di Piacenza, curata da Teatro Gioco Vita. Il ricco programma e’ stato illustrato nel magnifico spazio, da poco recuperato, dell’ex chiesa dei Gesuiti in via Melchiorre Gioia, da Diego Maj, direttore di TGV, dal sindaco Paolo Dosi e dall’assessore alla Cultura Tiziana Albasi. Presenti anche Giulia Piroli, presidente della commissione consiliare 3, Stefano Pareti, consigliere della Fondazione di Piacenza e Vigevano, e Simona Rossi di TGV.

L’apertura della prosa e’ affidata a Luca De Filippo, con “La grande magia” (5 e 6 novembre), segue poi ” Il ritorno a casa” di Harold Pinter, con la regia di Peter Stein (3 e 4 dicembre), “La scena” di Cristina Comencini, con Angela Finocchiaro e Maria Amelia Monti (17-18 luglio), “Il servitore di due padroni” di Antonio Latella (7-8 gennaio), un classico di Goldoni, che vedrà sul palco, tra gli altri, l’attore piacentino Marco Cacciola.

Sul palco del Municipale arriverà anche il musical, con “Cantando sotto la pioggia”, della compagnia di Claudio Abbati (14 gennaio), Luca Zingaretti e Massimo De Francovich saranno i protagonisti de “La torre d’Avorio” (21 e 22 gennaio), torna poi a Piacenza Silvio Orlando con ” Il nipote di Rameau” di Denis Diderot (6 e 7febbraio), così come Alessandro Gassman alle prese con la grande tragedia di Shakespeare “RIII – Riccardo Terzo” (18 – 19febbraio). Chiude la stagione lo spettacolo tratto dalle Operette Morali di Leopardi, adattamento di Mario Martone (25 e 26 marzo).

Il nuovo teatro ’Gioia’, ricavato dall’ex chiesa dei Gesuiti, sarà inaugurato in autunno, tra settembre e ottobre, e ospiterà la stagione di teatro danza. 

Nella rassegna Altri Percorsi, protagonisti Paolo Rossi con “L’amore e’ un cane blu” (18 novembre), e lo scrittore francese Daniel Pennac, in scena con la lettura teatrale da lui scritta e interpretata “Journal d’un corps” (21 febbraio).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.