Quantcast

Il ringraziamento di Dosi e Trespidi all’ex questore Rosato e al capitano Papaleo

“Ad accomunarli – sottolinea il sindaco – un’altissima professionalità e l’assoluta dedizione al proprio difficile mestiere, che a mio parere merita un doveroso riconoscimento per l’impegno a tutela della sicurezza e della coesione sociale sul nostro territorio"

“Due figure conosciute e stimate da tutti i piacentini, di cui sono certo di interpretare i sentimenti nell’esprimere a entrambi il ringraziamento per il lavoro prezioso svolto in questi anni”: così il sindaco Paolo Dosi sintetizza il significato delle note inviate stamani all’ex questore Michele Rosato, dal 1° agosto in pensione, e al capitano Rocco Papaleo, prossimo a lasciare la nostra città per assumere il Comando della Compagnia dei Carabinieri di Vigevano.

“Ad accomunarli – sottolinea il sindaco – un’altissima professionalità e l’assoluta dedizione al proprio difficile mestiere, che a mio parere merita un doveroso riconoscimento per l’impegno a tutela della sicurezza e della coesione sociale sul nostro territorio. Le loro capacità e le loro doti umane, come ho scritto a entrambi, faranno sì che per il capitano Papaleo si prospetti un nuovo incarico ricco di soddisfazioni e di costruttiva collaborazione con i colleghi e la comunità vigevanese, mentre l’ex questore Rosato costituirà sempre un punto di riferimento per la collettività piacentina, di cui sono felice torni a essere parte integrante mettendo a disposizione le sue competenze, con la passione e la sensibilità che gli appartengono, nel mondo del volontariato”. 


Il ringraziamento di Trespidi

Il presidente della Provincia Massimo Trespidi esprime, anche a nome della Giunta e del Consiglio provinciale, un rinnovato ringraziamento all’ex questore Michele Rosato, ai vertici di viale Malta dal 2006 al 2011 e dal primo agosto in pensione. “A Rosato – ricorda Trespidi – rinnovo il riconoscimento per l’impegno, la professionalità e la dedizione spesi a servizio del territorio e la grande attenzione alle relazioni umane, punto importante del suo agire. E’ stato un piacere poter collaborare con Rosato quando era questore di Piacenza prima dell’incarico, oggi giunto al termine, a Verona. All’ex questore i migliori auguri per il ritorno nella nostra città e per i futuri impegni a cui intenderà dedicarsi”. “Il più sentito ringraziamento per il prezioso lavoro svolto e l’alto impegno dimostrato nei confronti del territorio piacentino” il presidente della Provincia ha voluto esprimere anche al capitano Rocco Papaleo, unito ad “un sincero ringraziamento per l’ottimo e prezioso lavoro svolto a beneficio del territorio piacentino e dei cittadini e un vivo apprezzamento per i risultati raggiunti e per l’attività portata avanti con dedizione e professionalità”.
 


Pensionamento del questore Rosato, De Micheli (Pd): “Profonda gratitudine per l’alto servizio reso alla comunità piacentina”
“Profonda gratitudine per l’alto servizio reso a Piacenza e a tutto il Paese, e grande soddisfazione per la sua scelta di tornare a vivere stabilmente nella nostra città”. Sono i sentimenti espressi dalla vicepresidente vicario del gruppo Pd alla Camera Paola De Micheli nei confronti del questore Michele Rosato, da domani in pensione.

“Sono certa di interpretare il pensiero – aggiunge – di tutti piacentini che hanno potuto apprezzare la grande professionalità e la dedizione alle istituzioni di Michele Rosato durante gli anni di servizio nella nostra città, dal primo incarico di commissario fino all’assunzione della guida della Questura”. “Nel corso della sua carriera Michele Rosato non è stato soltanto un integerrimo servitore dello Stato – conclude – ma ha saputo stabilire un profondo legame con la comunità piacentina, svolgendo il suo delicato compito con grande equilibrio, efficienza e costante attaccamento al territorio. Anche per questo sono personalmente felice della sua decisione di stabilirsi definitivamente a Piacenza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.