Quantcast

Le Rubriche di PiacenzaSera - Le Recensioni CJ

Le recensioni di PcSera: Daft Punk e Disclosure

Le recensioni di PiacenzaSera.it, scritte da Giovanni Battista Menzani

DAFT PUNK
Random Access Memories (2013)

DISCLOSURE
Settle (2013)
 
 
Stavolta vogliamo parlare di due dischi sopravvalutati, tra i molti usciti negli ultimi tempi.
 
Il caso più clamoroso è quello dei Daft Punk.
 
Tutti li adorano, e non passa giorno che un vip non li incensi sui social o sul web.
 
Incuriositi dal tanto clamore, ci avviciniamo all’ascolto dell’ultima fatica del duo francese senza farci condizionare negativamente dal tormentone estivo, la inesorabile “Get lucky”, divertente nella parodia fake con i discorsi di Obama o nella cover dei Daughter.
 
E niente.
 
Non riusciamo a gioire del tutto.
 
Eccessivo lo spazio per le ospitate più o meno eccellenti, tra cui il redivivo Nile Rodgers degli Chic, Julian Casablancas (“Instant crush”), i Panda Bear (“Doin’t it right”, queste due tra i pezzi migliori insieme al prog-jazz di “Motherboard” e di “Touch”, stile Canterbury), e persino Giorgio Moroder, re dell’Italdisco anni ’80, che nel cameo incorona la loro musica come “the sound of the future”. Addirittura. A noi invece sembrano –  in troppi casi – una stanca riedizione dei Kraftfwerk, il loro suono metallico pare la colonna sonora di vecchi videogames come Nibbler o Donkey Kong, pare uscire da un Atari o da un Commodore 64.
 
Restando nel campo dell’elettronica dance, molte parole si sono fatte per il debutto dei Disclosure, un’altra coppia, questa volta due fratelli, giovanissimi producer e dj inglesi. In madrepatria hanno letteralmente sbancato, diventando in breve i nuovi idoli del clubbing e della scena underground danzereccia.
 
E anche qui ci sono numerose collaborazioni.
 
Tre-quattro pezzi da ricordare, come “When a fire start stop burn”, “Latch” e “January”. E, anche qui, tante cose già sentite altrove.

Giovanni Battista Menzani
 
@GiovanniMenzani

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.