Quantcast

Mille e cinquecento firme contro la dipendenza da gioco. La consegna in Provincia foto

Le ha consegnate il presidente della Provincia di Piacenza Massimo Trespidi ai rappresentanti delle istituzioni in Parlamento e in Regione

Più informazioni su

Mille e 500 firme contro la la dipendenza da gioco. Le firme, raccolte a Fiorenzuola e Castel San Giovanni, sono state consegnate dal presidente della Provincia di Piacenza Massimo Trespidi ai rappresentanti delle istituzioni in Parlamento e in Regione. Presenti all’incontro l’onorevole piacentina Paola De Micheli e il consigliere regionale Stefano Cavalli. Le firme sono state raccolte per chiedere di accentuare il contrasto al fenomeno del gioco d’azzardo dilagante anche sul territorio piacentino.

“Questo incontro è stato fortemente voluto per mantenere la parola data alle Acli piacentine che negli ultimi mesi hanno sottolineato a più riprese la necessità di mettere in luce questa nuova piaga sociale – così ha spiegato il Presidente Massimo Trespidi – La volontà è quella di creare una rete unica che sappia dare risposta a questa nuova forma di dipendenza e poter dare vita a degli incontri pubblici su questo tema”.

“Le problematiche di oggi nascono dalla deregulation di inizio anni ’90 a cui oggi dobbiamo porre rimedio – è ciò che ha tenuto a sottolineare l’onorevole Paola De Micheli che poi ha proseguito – Preoccupano soprattutto la proliferazione dei nuovi i giochi on-line e i meccanismi troppo blandi che disciplinano il gioco d’azzardo, per questo il Governo sta preparando un delega fiscale che entro fine anno si propone di ridisegnare complessivamente la materia. Non dobbiamo dimenticarci il lato della lotta alla criminalità, più lavoriamo sulle regole più mettiamo in difficoltà le mafie”.

LUDOPATIA, UN COORDINAMENTO PROVINCIALE CON AMMINISTRATORI, PRIVATO SOCIALE E PARROCCHIE – Il comunicato ufficiale

Un coordinamento provinciale per la lotta contro il fenomeno della ludopatia. E’ questa la proposta del presidente della Provincia Massimo Trespidi, che questa mattina ha incontrato nelle sale del palazzo di corso Garibaldi la parlamentare Paola De Micheli e il consigliere regionale Stefano Cavalli per consegnare loro le 1500 firme raccolte contro la dipendenza da gioco d’azzardo. “I Comuni di Castel San Giovanni e Fiorenzuola con le rispettive parrocchie e il punto famiglia Acli di Piacenza – ha illustrato Trespidi – hanno promosso l’iniziativa ‘Poniamo un limite al gioco d’azzardo’ per sensibilizzare i cittadini sui rischi del gioco. Da questa idea nascerà un coordinamento, attivo a partire da settembre, che coinvolgerà anche enti locali, consiglieri regionali e parlamentari piacentini al fine di sviluppare una cultura dei rischi connessi alla ludopatia”. “Camera e Senato – ha spiegato l’onorevole De Micheli – entro fine anno approveranno una riforma dell’assetto complessivo dei giochi. Al momento sono due le preoccupazioni maggiori: da un lato la proliferazione fuori controllo delle autorizzazioni e dall’altro la diffusione della ludopatia come fenomeno scollegato da altre dipendenze”. “All’inizio di luglio – ha fatto presente il consigliere Cavalli – è stata provata dall’Assemblea legislativa dell’Emilia Romagna una legge che promuove la lotta contro la ludopatia. La competenza è però dello Stato, a cui chiediamo di porre dei limiti alla proliferazione delle autorizzazioni e di aumentare la tassazione. L’appello non ha colori politici: l’attenzione è concentrata sulla tutela della salute dei cittadini”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.