Quantcast

Oltre cento ciclisti per dire “No all’impianto di Biogas” foto

L’incontro con il sindaco Dosi: "Ha ribadito - ha spiegato Luigi Pagano - che si aspetta, da parte nostra, una diffida che permetterebbe di sospendere l’autorizzazione, di riguardare gli atti e procedere ad ulteriori verifiche".

E’ partita poco dopo le 9.30 dalla chiesa di Santi Angeli Custodi a Borgotrebbia e si è snodata nel centro cittadino sino a giungere a Piazza Cavalli. Parliamo della biciclettata che si è tenuta questa mattina per ribadire il no, sensibilizzando così l’opinione pubblica cittadina, all’impianto a Biogas a Borgotrebbia.

“Considerando che tante persone sono già partite per le ferie e che la manifestazione si è tenuta di sabato mattina – ha detto Luigi Pagano, rappresentante del comitato sorto da qualche settimana nella frazione di Piacenza (è consultabile la pagina Facebook “Borgotrebbia: NO impianto biogas” dalla quale abbiamo tratto le immagini che illustrano l’articolo) – siamo soddisfatti perché hanno partecipato oltre 100 ciclisti”. Non solo quello è stato motivo di soddisfazione: “Quando siamo arrivati in piazza ci ha accolti il sindaco di Piacenza Paolo Dosi – ha aggiunto -: ha ribadito che si aspetta, da parte nostra, una diffida che permetterebbe di sospendere l’autorizzazione, di riguardare gli atti e procedere ad ulteriori verifiche”. Il comitato sta già agendo per vie legali: tramite un perito e l’avvocato parmense Paolo Michiara sta procedendo al ricorso al Tar. “In settimana valuteremo come muoverci anche riguardo alla diffida – ha puntualizzato.

Da parte del comitato, come ha spiegato Pagano, va un grazie al sindaco Dosi che si è dimostrato disponibile al dialogo. “Chiediamo di incontrare anche i rappresentati della Provincia – ha concluso – perché possano spiegarci le loro motivazioni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.