Quantcast

Ritardi pagamenti pubbliche amministrazioni, intesa Confindustria Piacenza e banche

Presso la sede di Confindustria venerdì 19 luglio sarà firmata una convenzione con Banca di Piacenza e Banca Popolare di Lodi (Gruppo Banco Popolare Italiano) grazie alla quale le aziende associate potranno ottenere l’anticipazione di crediti vantati nei confronti della Pubblica Amministrazione dovuti a ritardi di pagamento.

Più informazioni su

 Presso la sede di Confindustria venerdì 19 luglio sarà firmata una convenzione con Banca di Piacenza e Banca Popolare di Lodi (Gruppo Banco Popolare Italiano) grazie alla quale le aziende associate potranno ottenere l’anticipazione di crediti vantati nei confronti della Pubblica Amministrazione dovuti a ritardi di pagamento.
 
Come è noto, il ritardo dei pagamenti delle pubbliche amministrazioni, la cui somma totale secondo le stime oscilla tra i 90 ed i 130 miliardi di €, rappresenta un grande problema per il sistema delle imprese, soprattutto in questo momento di grave crisi economica. Molti di questi ritardi sono stati generati anche dai provvedimenti di spending revue che si sono succeduti e che hanno impedito alle Pubbliche amministrazioni di onorare i loro debiti.
 
Uno degli ultimi atti del Governo Monti è stato il decreto che ha sbloccato una prima tranche di 40 miliardi che dovranno essere pagati  entro 12 mesi dopo che le singole amministrazioni li avranno certificati.
 
Anche nella nostra Provincia ci sono situazioni di questo tipo  – afferma il Presidente di Confindustria Emilio Bolzoni – anche se è bene riconoscere che le nostre amministrazioni hanno fatto tutto ciò che è stato possibile per limitare queste situazioni. Con questi accordi, una volta ottenuta la certificazione del credito, il percorso con gli Istituti di credito sarà molto facilitato e questo consentirà alle imprese di ottenere l’ossigeno necessario per poter proseguire nella loro attività. Lavorando a questa iniziativa abbiamo pensato soprattutto alle imprese edili che sono quelle più colpite da queste situazione e maggiormente in difficoltà per la gravissima contrazione economica che tutta la filiera sta subendo. L’accordo, ovviamente si applica a tutte quelle imprese associate che vantano crediti per forniture e servizi nei confronti di qualunque ente pubblico, compresa la sanità.
 
Alla firma saranno presenti: per Confindustria il Presidente Emilio Bolzoni, il Direttore Cesare Betti ed il responsabile dell’Ufficio Economico Gianmarco Ratti; per Banca di Piacenza il Direttore Giuseppe Nenna; per Banca Popolare di Lodi il direttore della filiale di Piacenza Mauro Molinari.
 
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.