Quantcast

Usura e credito illegale, Piacenza si dimostra solida

I dati provenienti dalla Camera di commercio di Roma ci dicono come Piacenza sia fra le provincie meno esposte ad usura e credito illegale

Più informazioni su

E’ una ricerca dal titolo “indebitamento patologico e credito illegale, 2013” realizzata da Maurizio Fiasco per la Camera di commercio di Roma, a mettere in luce i gradi di esposizione al rischio di indebitamento e usura di piccole e medie imprese, ma anche di società capitalizzate, per ogni provincia italiana. Come viene sottolineato, il pericolo che le imprese facciano ricorso ai canali illegali del credito è fomentato dal perdurare della crisi economica, dalla caduta della domanda interna e dal taglio dei finanziamenti da parte del mondo bancario.

La provincia di Piacenza in questo caso si dimostra una delle più solide di fronte a questo tipo di pericolo. Infatti nella classifica delle 103 provincie italiane, stilata secondo i dati raccolti in 4 macroaree (criminalità, economia, finanza e area sociale), ci posizioniamo al settimo posto in una graduatoria che vede in testa, come provincia più al riparo da indebitamento ed usura, Bolzano e invece in coda troviamo Reggio Calabria, Caserta e, fanalino di coda, Napoli.

Piacenza si dimostra da primato anche a livello regionale, infatti si colloca appena dopo Parma (6a) e davanti a tutte le altre provincie emiliano-romagnole (terza Ravenna al l’11 posto). Dai numeri emerge un’Italia, anche in questo ambito, a due velocità. Infatti gli ultimi 25 posti sono occupati solo da provincie meridionali, guardando in alto, invece, la testa della classifica (prima Bolzano, poi Sondrio e Cuneo) è formata da provincie del nord Italia, la prima del centro è Ascoli Piceno e per leggere la prima provincia del sud Italia bisogna aspettare la 45esima posizione occupata da Oristano.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.