Quantcast

A Fiorenzuola le danze di Casa Montagna in onore di San Bernardo

Uno spettacolo musicale messo in scena ieri sera in Piazza Molinari a Fiorenzuola, dai ragazzi e dalle ragazze che hanno partecipato alle vacanze estive organizzate dalla Casa Montagna di Ferriere

Più informazioni su

Riceviamo e pubblichiamo l’intervento del nostro lettore Leonardo Trespidi.

La Piazza illuminata e un vento leggero che rinfresca queste calde serate di metà agosto. E’ questa la giusta atmosfera per assistere ad uno spettacolo a cielo aperto. Uno spettacolo musicale messo in scena ieri sera in Piazza Molinari a Fiorenzuola, dai ragazzi e dalle ragazze che hanno partecipato alle vacanze estive organizzate dalla Casa Montagna di Ferriere. “L’ associazione – spiega il fondatore Carlo Devoti – ha lo scopo di dare una risposta più adeguata alle aspettative dei giovani nell’ambito delle loro vacanze estive e ha portato a Fiorenzuola gruppi di ragazzi provenienti da tutto il mondo che presenteranno ai cittadini, la cultura delle loro terre”. E’ stata dunque una rappresentazione folkloristica, quella a cui hanno potuto assistere circa un centinaio di persone. “Quel folklore, quelle storie – prosegue Devoti – che i ragazzi della Casa Montagna vi tramandano con orgoglio. Queste danze che hanno presentato – conclude – dovrebbero suscitare spirito di popolazione fra di noi, per tenerci legati nei nostri modi eleganti di stare insieme”. L’ associazione di Ferriere ieri sera ha portato nella nostra Città una sessantina di ragazzi provenienti dalla Russia e dalla Turchia. Come palcoscenico è stato utilizzato il Sagrato della Collegiata. Sullo sfondo niente scenografie. Già la Chiesa, illuminata da alcune luci bianche, faceva la sua figura. Tra i diversi balli che sono stati eseguiti, molto applaudito è risultato essere quello preparato dai ragazzi Turchi, il “Ballo dell’ Amore”. Questa danza ha voluto mostrare l’ approccio che i ragazzi hanno con le ragazze in Turchia, per comunicare i sentimenti amorosi. Con i loro costumi e la loro musica hanno quindi presentato i loro affetti. Hanno avuto molto successo le ragazze Russe, che hanno unito il canto e la danza proponendo al pubblico tre canti popolari delle loro terre. A chiudere la serata è stato l’ intervento di Don Gianni Vincini, parroco di Fiorenzuola: “in questa serata abbiamo goduto di quel linguaggio universale che è la musica, il canto e la danza. Un linguaggio di pace” – prosegue. “Un linguaggio portato da giovani. Dobbiamo quindi essere convinti della mondialità del futuro e della globalizzazione”. Alla serata, che fa parte del cartellone di appuntamenti della festa di San Bernardo, erano presenti il Sindaco Compiani e l’ Assessore alla cultura Augusto Bottioni. A chiudere i festeggiamenti per l’ anno 2013, sarà il concerto di San Bernardo che sabato 24 agosto (ore 21) verrà ospitato nel chiostro del Comune di Fiorenzuola.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.