Quantcast

Appalto Ikea, Dosi e Timpano: “Si utilizzino cooperative genuine”

A commento della notizia,dell’avvio di una gara d’appalto per i propri servizi logistici indetta da Ikea, il sindaco di Piacenza Paolo Dosi e l’assessore allo Sviluppo del Territorio Francesco Timpano dichiarano quanto segue

Più informazioni su

Il sindaco Dosi e l’assessore Timpano: “Confidiamo nella cultura di equità e rispetto delle regole dell’azienda”

A commento della notizia, riportata dalla stampa locale, dell’avvio di una gara d’appalto per i propri servizi logistici indetta da Ikea, il sindaco di Piacenza Paolo Dosi e l’assessore allo Sviluppo del Territorio Francesco Timpano dichiarano quanto segue.

“Crediamo che questo atto sia, forse non in via esclusiva, direttamente conseguente alle vicende che nei mesi scorsi hanno caratterizzato il sito piacentino di Ikea, portandolo sulle pagine, anche nazionali, di tutti i giornali, per la presenza dei picchetti e il blocco dell’attività produttiva. Una situazione, questa, definitivamente chiaritasi con il recente intervento della Direzione territoriale del Lavoro, che ha accertato l’assenza di violazioni contrattuali e il rispetto delle norme previste dal contratto nazionale di lavoro da parte delle cooperative e della stessa Ikea. Con l’accordo concluso qualche mese fa – proseguono gli amministratori comunali – il clima è certamente migliorato, ma l’incertezza operativa ha probabilmente indotto Ikea ad attivare una verifica sugli operatori dello stabilimento cittadino, attraverso l’apertura di una gara.

Ovviamente, non è nostro compito entrare nel merito delle scelte del committente, che peraltro appaiono assolutamente in linea con il comportamento di qualsiasi impresa di tali dimensioni. Non possiamo però esimerci dal rilevare come ciò possa portare alla conseguenza di mettere in difficoltà cooperative che sono espressione del nostro territorio, e che da molti anni lavoravano, almeno fino a prova contraria, con reciproca soddisfazione in quello stesso contesto”.

“Non solo la gara d’appalto – aggiungono il sindaco Dosi e l’assessore Timpano – è il metodo più efficace per scegliere i collaboratori migliori, ma siamo sicuri che Ikea abbia la cultura aziendale per perseguire obiettivi di efficienza e, allo stesso tempo, di equità e di pieno rispetto delle regole, così come ha fatto finora. Su questo punto non vi sono dubbi, anche in virtù del fatto che Ikea ha confermato, in questi anni, di riuscire a coniugare queste diverse finalità. Il legame della multinazionale svedese sul territorio, inoltre, si è recentemente rafforzato con un ulteriore, importantissimo investimento da vari milioni di euro nell’impianto fotovoltaico, il che dimostra l’attenzione dell’azienda anche alla sostenibilità ambientale”.

“Ciò detto – specificano Dosi e Timpano – abbiamo raccomandato a Ikea, che con una cortese e apprezzata comunicazione ci aveva anticipato la notizia, la massima attenzione nella tecnica connessa alla gara d’appalto, cosa che peraltro raccomandiamo a tutte le imprese che si avvalgono del lavoro cooperativo. Intendiamo infatti vigilare con attenzione affinché il territorio utilizzi cooperative genuine, anziché forme spurie che, per diversi motivi, si sottraggono al rispetto della normativa legale o contrattuale, o applicano ai propri soci lavoratori trattamenti assolutamente sfavorevoli attuando, di fatto, una concorrenza al ribasso. Il mondo della cooperazione piacentino è ricco di esperienze positive e di tradizione in diversi settori, cui più di recente si è aggiunta, appunto, anche l’esperienza nel settore logistico. La cooperazione è un valore cui è legata la crescita e la prosperità del nostro territorio. Non vogliamo – concludono sindaco e assessore – che questo mondo venga spiazzato da una cooperazione in qualche modo sleale che, in molte aree del Paese, si insedia creando scompensi sociali e compromettendo, in ultima analisi, la stessa efficienza delle imprese. Ciò è vero nel mondo della logistica, ma anche in altri settori della nostra economia. Pur nella limitatezza degli strumenti operativi a nostra disposizione, e contando soprattutto su un’azione di moral suasion, è intenzione dell’Amministrazione comunale salvaguardare questi elementi cardine dell’economia piacentina, creando nel contempo le migliori condizioni di operatività per imprese importanti come Ikea, che qualificano il nostro territorio rendendolo centrale nel panorama dell’economia europea”.

Pubblichiamo il testo, inviatoci dal sindacato confederale relativo all’incontro, tenutosi in ieri ma, con i vertici aziendali di IKEA Italia Distribution in cui ci è stata comunicata l’intenzione aziendale, in accordo con la casa madre, di procedere entro settembre  ad una gara per il rinnovo del contratto d’appalto dei servizi di movimentazione merci presso la struttura piacentina. I sindacati: “La nuova gara non sia al massimo ribasso, ma sia elemento fondante l’impegno per il rispetto dell’applicazione integrale ed omogenea, a tutti i soggetti appaltatori che risulteranno vincitori, del CCNL Logistica e Movimentazione Merci”.

LEGGI “Ikea Piacenza: nuova gara per i servizi logistici. Sindacati preoccupati”

IL COMUNICATO:

Nel corso della mattinata abbiamo avuto l’incontro con i vertici aziendali di IKEA Italia Distribution in cui ci è stato comunicata l’intenzione aziendale, in accordo con la casa madre, di procedere entro settembre p.v. ad una gara per il rinnovo del contratto d’appalto dei servizi di movimentazione merci presso la struttura piacentina.

IKEA ha precisato che tale decisione si riferisce esclusivamente a esigenze di business e di mercato con l’intento di migliorare la qualità del servizio acquisito, esprimendo inoltre un convinto apprezzamento per gli otto anni di collaborazione avuti con il Consorzio CGS.

Apprezzamento che, a parere delle OO.SS. Confederali, è supportato dal risultato finale delle ispezioni svolte dalla DTL piacentina di esito positivo.

Di contro, pur riconoscendo la legittimità dell’Azienda ad effettuare tale percorso, abbiamo avanzato diverse considerazioni di merito, chiedendone l’accoglimento, tra cui:

–    che la nuova gara non sia al massimo ribasso, ma sia elemento fondante l’impegno per il rispetto dell’applicazione integrale ed omogenea, a tutti i soggetti appaltatori che risulteranno vincitori, del CCNL Logistica e Movimentazione Merci sia per la parte normativa che per quella economica, in tutte le sue articolazioni prevedendo da subito le risorse per il riconoscimento dei futuri incrementi salariali, che eventualmente deriveranno, in caso di conclusione della trattativa nazionale, dal suo rinnovo.

–    che vengano, a parità di condizioni attuali, salvaguardati i livelli occupazionali.

–    che per il Sindacato Territoriale è importante, oltre a verificare attentamente le caratteristiche e l’integrità di chi verrà invitato a partecipare alla gara, porre attenzione particolare alle imprese piacentine o già da tempo insediate sul nostro territorio perchè conosciute, onde evitare situazioni spiacevoli, già viste in altri luoghi.

–    che esiste la necessità di verificare e approfondire anche per il personale dipendente diretto IKEA che per quello delle aziende di trasporto, che operano in appalto sul piazzale interno, presso il sito di Piacenza, le condizioni di applicazione delle normative di legge e contrattuali.

–    che il processo di rinnovo del contratto d’appalto in questione, debba essere accompagnato da un percorso di confronto tra azienda e OO.SS. Confederali per rendere il più condiviso possibile ogni passaggio relativo.

–    che in seguito al rinnovo si instauri, come buona prassi, una modalità di concertazione di filiera fin da subito, a cui partecipino tutti i soggetti ovvero IKEA, OO.SS. Confederali e Imprese Appaltatrici, con la finalità di garantire a tutti , attraverso il preventivo confronto, la risposta corretta e condivisa alle problematiche che dovessero insorgere nel corso della durata del contratto, da tenersi periodicamente.

IKEA ha accolto con interesse l’insieme delle osservazioni presentate dal Sindacato Confederale e, dopo le opportune riflessioni di parte, si è resa disponibile a valutare la possibilità di redigere un verbale d’accordo, nel prossimo incontro prima delle ferie estive.

 Le Segreterie Territoriali

FILT  CGIL        FIT  CISL       UIL TRASPORTI
(Claudio Chiesa – Antonio Colosimo – Massimiliano Borotti)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.