Consiglio provinciale, 10 settembre nuova seduta. Si parlerà di risorse idriche foto

Martedì 10 settembre alle 15 nella sala Consiglio della Provincia di Piacenza si riunirà, su convocazione del presidente Roberto Pasquali, il Consiglio provinciale. All'ordine del giorno: le comunicazioni

Martedì 10 settembre alle 15 nella sala Consiglio della Provincia di Piacenza si riunirà, su convocazione del presidente Roberto Pasquali, il Consiglio provinciale. All’ordine del giorno: le comunicazioni; l’approvazione dei verbali delle sedute del consiglio provinciale del 4/2/2013, 1/3/2013, 25/3/2013, 29/4/2013, 28/5/2013, 24/6/2013, 28/6/2013; una mozione presentata dai consiglieri Filippo Bertolini, Simone Mazza e Michele Magnaschi in ordine alla ridefinizione dei contenuti della concessione di derivazione dell’acqua dell’invaso del Brugneto; una mozione presentata dal consigliere Antonino Coppolino in merito all’aggravarsi del problema idrico dei territori piacentini interessati dalla diga del Brugneto; un ordine del giorno presentato dal consigliere Giampaolo Maloberti sulla realizzazione di  invasi per fronteggiare l’emergenza idrica della Val Nure; un ordine del giorno presentato dal consigliere Maloberti in merito ad un nuovo disciplinare riguardante il rilascio d’acqua dalla diga del Brugneto; un ordine del giorno presentato dal consigliere Maloberti in ordine all’aumento del contributo da parte del Consorzio di bonifica di Piacenza e, infine, un ordine del giorno presentato dal consigliere Maloberti in merito alla ridefinizione del ricalcolo del deflusso minimo vitale presso le istituzioni competenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.