Quantcast

Le Rubriche di PiacenzaSera - Cinema

Conto alla rovescia per Concorto Film Festival. A Pontenure dal 24 al 31 agosto

L’asinello con le ali di Concorto Film Festival volerà ancora su Pontenure dal 24 al 31 agosto. Proprio in quei giorni, infatti, andrà in scena la 12ma edizione della manifestazione che porta sul grande schermo una corposa selezione di alcuni dei migliori cortometraggi contemporanei

L’asinello con le ali di Concorto Film Festival volerà ancora su Pontenure dal 24 al 31 agosto. Proprio in quei giorni, infatti, andrà in scena la 12ma edizione della manifestazione che porta sul grande schermo una corposa selezione di alcuni dei migliori cortometraggi contemporanei.

“Per prima cosa – ha detto l’assessore alla cultura di Pontenure Roberto Modenesi aprendo la conferenza stampa di stamane- voglio ringraziare tutto lo staff che ha rende possibile la manifestazione”. Si tratta di una manifestazione estremamente vivace che, quest’anno, annovera numerose novità e prestigiose collaborazioni (che renderanno possibili una preziosa serata musicale a ritmo di jazz e la mostra “Land Grabbing e consumo del suolo. Come invertire la rotta”).

Un grazie sentito all’associazione Concorto, e a chi lavora con passione per la realizzazione della manifestazione, é giunto anche dal sindaco del comune della Val Nure Angela Fagnoni. “Il festival – ha detto – ha fatto sí che tanti apprezzino il cinema, ed in particolare i cortometraggi. Più volte, poi, parlando di Pontenure, mi è capitato che mi dicessero: «Sì, lo conosciamo, è il paese nel quale si tiene Concorto»”. Un evento che caratterizza il nostro territorio, quindi. Che lo arricchisce culturalmente.

Hanno preso la parola, poi, Simone Bardoni, vice presidente dell’associazione Concorto: “Sono giunti a Pontenure oltre 3mila cortometraggi – ha detto. Grande é stato il lavoro di selezione che ha portato ai 44 in concorso. “Quest’anno – ha evidenziato – concorreranno tutti in un’unica sezione per vincere l’asino d’oro. Saranno i giurati, poi, ad assegnare le diverse menzioni”.

Alessandro Zucconi ha sottolineato, invece, la tematica del focus cinematografico che verrà proposto. “Dopo Polonia, Israele, Quèbec e Corea del Sud, quest’anno porremo l’attenzione sulla Svezia proponendo 5 film provenienti da quel Paese che mostreranno modi differenti di fare cinema”. Un’altro focus sarà una retrospettiva del regista italo-svizzero Rolando Colla, in particolare sul tema a lui caro degli Einspruch: tutti i 6 film proiettati parleranno, infatti, di diritti negati.

Le proiezioni si terranno, come lo scorso anno, nel Parco Raggio; e, novità di questa edizione, anche nella serra/teatrino recentemente recuperata grazie ad un’attenta opera di restauro. Altra novità é il coinvolgimento del pubblico al quale verranno assegnate, ogni sera, delle schede sulle quali potranno votare i film visionati (assegnando, così, l’ambito “premio del pubblico”).

Gianni Azzali ha parlato della collaborazione tra Piacenza Jazz Club e Concorto. “La collaborazione – ha detto – continua da 5 anni. Quest’anno abbiamo pensato allo spettacolo “Physis”, ovvero 50 minuti caratterizzati dalle immagini della Val Trebbia del cine operatore Fausto Mazza e dalla musica appositamente composta da me e da Erminio Cella”.  Uno spettacolo suggestivo, ricco di improvvisazioni in puro stile jazz, presentato per la prima volta a Pontenure, che andrà in scena il 27 agosto.

Tra le altre collaborazioni, come ha sottolineato Modenesi, c’é quella con l’associazione Libera che fornirà la pasta, proveniente dai territori strappati alla mafia, per i momenti conviviali che concluderanno ogni serata.

Infine Francesca Molinari dell’associazione Avé ha illustrato la mostra “Land Grabbing e consumo di suolo. Come invertire la rotta?” che si terrà a Villa Raggio. “Anche noi in Italia. – ha detto – abbiamo il problema del consumo ed abbandono del suolo. É come se, a causa della cementificazione selvaggia, ogni 4 mesi spuntasse una città di superficie pari all’area urbanizzata di Milano mentre importiamo per il 50% di grano tenero e per l’80% di grano duro per la pastasciutta made in Italy”.

Non mancheranno gli aperitivi con gli autori, gli incontri con gli ospiti stranieri e i dibattiti. La composizione della giuria ed il programma completo della manifestazione saranno resi noti a breve.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.