Convegno e camminata, Gropparello ricorda la sua liberazione LE FOTO foto

“8 Agosto 1944 – Gropparello Liberata”

Più informazioni su

Anche quest’anno il territorio di Gropparello, e non solo, ha dimostrato un’ampia adesione alle celebrazioni di “8 Agosto 1944 – Gropparello Liberata”, che afferiscono al Progetto 8 Agosto promosso dall’Amministrazione Comunale di Gropparello e dal Gruppo Ricerca Storica coordinato dal Museo della Resistenza Piacentina e da ANPI Gropparello.
 
Ha inaugurato la giornata la conferenza, tenutasi al Castello di Gropparello,   “L’estate partigiana. Zone libere e rastrellamenti  nelle Province di Piacenza, Parma, Pavia, Asti   nell’estate del ’44”, con l’esposizione delle seguenti relazioni :
–   Partigiani, fascisti, tedeschi nell’alto e medio corso del Po. Un microcosmo conflittuale nel contesto della guerra mondiale – Brunello Mantelli (Università di Torino)
–  I territori liberi delle valli del Taro e del Ceno – Marco Minardi (Istituto storico di Parma)
–  La zona libera di Varzi – Antonietta Arrigoni e Marco Savini
–  La zona libera dell’Alto Monferrato Nicoletta Fasano e Mario Renosio (Istituto storico di Asti)
–  La Provincia di Piacenza nell’estate del ‘44Carla Antonini (Istituto storico di Piacenza)
 
 A seguire è stata inaugurata la Fotodocumentale “Gropparello: dalla Storia alla Memoria”, che propone immagini e documenti inediti, frutto del costante lavoro di ricerca di materiali documentali e  fotografici.
 La mostra sarà  visitabile ancora il 15 agosto (dalla 9,30 alle 12,00) e il week end 18  e 19 agosto (9,30/11,30 – 21,30/22,30).
 
La serata, proseguita in un gremitissimo ex Asilo Gandolfi, ha visto la presentazione dei risultati del Laboratorio Didattico dei ragazzi di 3° media di Gropparello “…Succedeva a Montechino…” 
coordinato dal Professor Battistutta e da Iara Meloni del Museo della Resistenza Piacentina, e l’anticipazione del Libro “8 agosto 1944 Gropparello Liberata” con l’Introduzione al capitolo dedicato proprio a Montechino. Il libro, obiettivo primario a cui tende il progetto “8 agosto 1944” , è curato da Alessandro Pigazzini del Museo della Resistenza Piacentina che, con un lungo e minuzioso lavoro di ricerca, prosegue nella stesura del volume la cui stampa sarà possibile grazie ai contributi che il Progetto riuscirà ad accogliere.
 
La serata è terminata con l’emozionante rappresentazione “la S minuscola”, Storia di donne nella resistenza piacentina. Parole e Musica che hanno rievocato i fatti e le testimonianze del periodo che ha visto protagoniste le donne partigiane piacentine.
 
A conclusione delle celebrazioni si è svolta, nella serata del 9 agosto, la camminata “Sui sentieri del Pip” con partenza e ritorno, al lume delle fiaccole, al  Bosco della Libertà di Loc. Chiesa Vecchia di Gropparello. Nella tappa intermedia, a Case Badini di Sariano, i partecipanti si sono ristorati con una merenda tradizionale ed hanno ascoltato un’emozionante brano rievocativo della guerra partigiana. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.