Quantcast

Incidenti mortali, Piacenza tra le dieci province con maggiore incidenza MAPPA

Figura anche la provincia di Piacenza tra le dieci in Italia con la maggiore concentrazione di incidenti mortali. A dirlo sono i dati eleborati dall’Istat: i numeri fanno riferimento all’anno 2011

Figura anche la provincia di Piacenza tra le dieci in Italia con la maggiore concentrazione di incidenti mortali. A dirlo sono i dati eleborati dall’Istat: i numeri fanno riferimento all’anno 2011, ma tornano drammaticamente di attualità dopo gli ultimi incidenti sulle strade cittadine e provinciali con un bilancio di quattro vittime in tre settimane di luglio. Nella provincia di Piacenza nel corso del 2011 si sono registrati 1269 incidenti, con 32 morti e 1743 feriti. Per quanto riguarda la sola città di Piacenza, i dati parlano di 764 incidenti, con 3 morti e 996 feriti.

Se la nostra provincia non compare nella triste classifica dei territori che hanno contato più morti sulle strade e vede al primo posto Roma, seguita da Brescia, Napoli e Milano, Piacenza figura invece all’ottavo posto fra quelli con la maggiore concentrazione di incidenti mortali: la graduatoria è ottenuta mettendo in rapporto il numero delle vittime con quello dei veicoli che circolano per le strade. Maggiore sarà il numero di macchine per incidente, e più sicuro sarà il traffico nella singola provincia. Al contrario, un minore il numero di autovetture per incidente sta a significare un numero maggiore di sinistri. Dai dati si legge come a Piacenza nel 2011 sia avvenuto un incidente mortale ogni 12mila e 166 veicoli. Al primo posto Ravenna (10.091), seguita da Rovigo (11.054) e Cremona (11.426). Fra le province più sicure invece Vibo Valentia, Isernia e Pistoia.

Da sottolineare, per quanto riguarda la nostra regione, che l’Emilia-Romagna, nel decennio 2001-2010, ha più che dimezzato il numero di morti per incidenti stradali. Si è passati infatti da 813 persone decedute a 401 (a livello nazionale il calo è stato del  42,4%, con 7.096 morti nel 2001 e 3.860 nel 2010). Diminuiti anche i feriti: i 38.255 del 2001 sono diventati 27.999 nel 2010. Per quanto riguarda il 2011, in regione il quadro delle vittime è rimasto pressoché stabile rispetto all’anno precedente: 400 persone hanno perso la vita, 27.989 sono rimaste ferite

La riduzione della mortalità nell’ultimo decennio non riguarda però in modo omogeneo tutti gli utenti della strada: il calo marcato raggiunto dagli automobilisti non trova riscontro nei ciclisti. Infatti, a partire dal 2001, a fronte di un calo del 56% delle morti tra automobilisti, si assiste a una riduzione del 37% degli incidenti mortali accaduti a pedoni e un -13% relativamente ai ciclisti.

LA MAPPA ITALIANA CON I RAPPORTI VEICOLI/INCIDENTI MORTALI PER PROVINCIA

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.