Omicidio via Degani, il neo comandante Barbaglia: “Non brancoliamo nel buio”

Proseguiranno senza sosta anche durante le festività per ferragosto le indagini per fare luce sull'omicidio di Giorgio Gambarelli: "Stiamo seguendo alcune piste, il lavoro prosegue ininterrottamente e siamo fiduciosi per una positiva risoluzione del caso".

“Sull’omicidio di via Degani non brancoliamo nel buio”. Proseguiranno senza sosta anche durante le festività per ferragosto le indagini per fare luce sull’omicidio di Giorgio Gambarelli, l’ex fisioterapista piacentino trovato senza vita nella serata del 27 luglio scorso nella sua abitazione di via Degani a Piacenza. Un delitto oscuro, ancora senza un responsabile, sul quale stanno lavorando i carabinieri del nucleo investigativo alla guida del neo comandante capitano Massimo Barbaglia, che appena arrivato in città si è subito trovato alle prese con il caso: “Stiamo seguendo alcune piste, il lavoro prosegue ininterrottamente – spiega – e siamo fiduciosi per una positiva risoluzione del caso”.

IL NUOVO COMANDANTE – Barbaglia, che sostituisce il capitano Rocco Papaleo passato dopo 10 anni a Piacenza alla guida del compagnia di Vigevano – arriva dal comando della compagnia di Gonzaga (Mantova) dove ha lavorato a partire dal 2006. 46 anni, sposato con una figlia, è originario di Salsomaggiore. Arruolatosi nell’Arma nel 1986, prima di essere nominato ufficiale ha prestato servizio a Roma, Genova e Bologna. Nel suo curriculum la partecipazione nel 1996 al Security Team Program ad Atlanta per la gestione del servizio di sicurezza dei giochi olimpici del centenario, insieme a due missioni all’estero, nel 2000 in Bosnia Erzegovina e nel 2008 in Kosovo. Nel 2009 è stato impiegato all’Aquila, dove già aveva prestato servizio nel 2001 come comandante del nucleo operativo, nell’ambito della Sala Operativa Interforze per la sicurezza organizzativa del vertice G8.

“Mi cimento in un nuovo incarico – ha detto incontrando la stampa – consapevole di raccogliere un’eredità importante. So che il nucleo investigativo in questi anni ha dato prova di grande capacità con ottimi risultati: ovviamente l’obiettivo è di proseguire su questa strada cercando di migliorarsi sempre”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.