Ospizi, Negri e Bricchi (Pd): “Garantire posti di lavoro e i servizi agli anziani”

"E’ necessario - dicono - fare in fretta per garantire sia i posti di lavoro sia i livelli retributivi alle lavoratrici, ma anche per non acuire i rapporti con le organizzazioni sindacali"

Relativamente alle vicende, “solo apparentemente ultime, ma in realtà note da tempo”, della cooperativa “Dimensione Sociale”, operante all’interno delle Case Protette per anziani “Vittorio Emanuele” e “Maruffi”, intervengono il capogruppo del Partito Democratico in Consiglio Comunale di Piacenza Daniel Negri e il Presidente della Commissione “Sviluppo Economico” Michele Bricchi per ribadire la assoluta necessità di tutelare, nel contempo, i posti di lavoro delle operatrici e il servizio agli anziani.
Raccogliamo – dicono Negri e Bricchi – tanto la preoccupazione delle lavoratrici di Dimensione Sociale quanto quella, non meno importante, dei famigliari degli ospiti delle Case Protette, ovviamente molto preoccupati per il futuro dei loro cari.

Negri e Bricchi insistono nel dire che è necessario fare in fretta per garantire, pur nel rispetto delle legittima autonomia della cooperativa, sia i posti di lavoro sia i livelli retributivi alle lavoratrici, ma anche per non acuire i rapporti con le organizzazioni sindacali che, infatti, hanno già dichiarato lo stato di agitazione. A riguardo, va detto che se da un lato è vero che trattandosi di servizi essenziali gli stessi devono essere comunque garantiti, anche attraverso lo strumento della precettazione, dall’altro occorre riconoscere che una riduzione nella normale erogazione dei servizi causerebbe non poche difficoltà.

Inoltre, ricordano Negri e Bricchi che secondo quanto previsto dal c.c.n.l. delle cooperative sociali agli operatori va garantito il mantenimento del posto di lavoro in caso di subentro di altra impresa. Questione doppiamente importante, per assicurare la continuità assistenziale agli anziani, qualora Dimensione Sociale non riuscisse a garantire continuità nella gestione. Concludono quindi esprimendo il loro pieno sostengo alle Istituzioni – rappresentate dal Sindaco di Piacenza Paolo Dosi, dall’Assessore al Welfare Giovanna Palladini, dal Presidente dell’a.s.p. Leonardo Mazzoli e dal rappresentante del Comune nel c.d.a. del Maruffi Giorgio Colombi – per l’impegno nella ricerca di una soluzione, al contempo auspicando una rapida soluzione della situazione.


Lavoratori in appalto ospizi senza stipendio. Assistenza a rischio

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.