Bersani su Renzi candidato: “Prima del leader viene l’idea di partito” VIDEO foto

Lo sostiene Pierluigi Bersani, ospite stasera dell’ultimo appuntamento della Festa piacentina del Partito Democratico a Sant’Antonio. Intervistato dai giornalisti, Bersani ha detto la sua in merito all’apertura del ministro Franceschini verso il sindaco di Firenze. 

“Renzi segretario del Pd? Prima del leader viene l’idea di partito” Lo sostiene Pierluigi Bersani, ospite stasera dell’ultimo appuntamento della Festa piacentina del Partito Democratico a Sant’Antonio. Intervistato dai giornalisti, Bersani ha detto la sua in merito all’apertura del ministro Franceschini verso il sindaco di Firenze. “Prima di scegliere un segretario – dice – bisogna capire che idea di partito ha in testa. Poi Fioroni dice che ormai c’è un solo candidato. Be’, io apprezzo la svolta “sovietica” di Fioroni, macredo che siamo in un partito diverso”. 

“Non ho nessuna intenzione di fare polemica – continua Bersani – ma a piace la sincerità. Vogliamo smontare le correnti? Facciamo votare più i territori, degli organismi dirigenti. Dopo di che io ho notato in questi mesi in parlamento una novità assolutia. Alcuni colleghi, che si definiscono “renziani”, i quali presentano emendamenti e progetti di legge di corrente. Le vogliamo smontare? Non rafforziamole”. E in vista del congresso bisogna evitare il “richiamo della foresta”. “Giusto che ci sia una maggioranza e una minoranza. Ma bisogna evitare che convivano come separati in casa”. 

Un partito nuovo? “Il rinnovamento c’è già stato: in parlamento e nelle sezioni ci sono ragazzi giovani e il 40% di donne. Il problema non è questo, ma il nostro partito deve essere il più aperto possibile ed avere al tempo stesso un principio d’ordine. Un partito che deve far capire agli italiani che quando decide, decide in maniera univoca per il bene del Paese. Ed è il messaggio che ho lanciato dimettendomi dopo la mancata elezione del presidente della Repubblica, ed è questo quello che è venuto meno nel nostro momento più alto”. E sulla vicenda Berlusconi e sulle polemiche scatenate dalle dichiarazioni di Luciano Violante, Bersani fa notare che quest’ultimo “è un uomo di diritto e dice la sua. Dopo di che, il Pd ha una posizione ed è quella espressa da Epifani. La destra deve avere la forza di scindere il proprio futuro politico dal suo fondatore: so che è difficile, ma bisogna evitare che questa storiua diventi un trauma micidiale per tutto il Paese”. 

Bersani è stato poi presentato dal segretario provinciale Vittorio Silva e ha risposto alle domande del giornalista Marcello Pollastri. 

Come ogni sera, ad ingresso libero, saranno presenti, dalle ore 19, stand gastronomici con prodotti tipici piacentini e fritto misto di pesce, spazio musicale e ballo liscio, mostra fotografica “La sponda piacentina del Po” e spazio politico.

IL PROGRAMMA DI STASERA:

– ore 18.00 AperiPd ” Città a misura di giovani” ideazione e conduzione dell’evento dei Giovani Democratici di Piacenza

– ore 20.00 Saluto del Segretario Provinciale Pd di Piacenza Vittorio Silva

– ore 20.20 PIERLUIGI BERSANI ritorna a Piacenza e ai Piacentini – Introdotto da Vittorio Silva

– ore 21.45 Ballo Liscio con Orchestra  Ringo e Samuel

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.