Quantcast

Bicentenario verdiano, al Nicolini due corsi di specializzazione

L'iniziativa, promossa in collaborazione con la Provincia di Piacenza, gode di un nuovo finanziamento concesso al territorio dalla Presidenza del Consiglio dei ministri

“Verdi a perdifiato” e “Verdi popolare” sono i due nuovi corsi di specializzazione promossi dalla Provincia di Piacenza in collaborazione con il Conservatorio “Giuseppe Nicolini” in occasione del  Bicentenario Verdiano. L’iniziativa, che ha ricevuto un contributo di 20mila euro da parte del Comitato promotore delle celebrazioni Verdiane, riguarda la specializzazione nelle opere del celebre compositore riservata a maestri e artisti del coro e agli strumenti a fiato. Il bando si rivolge agli studenti del conservatorio Nicolini e scadrà il 12 settembre 2013.

Il finanziamento destinato alla Provincia rientra in un budget complessivo di 138mila euro – assegnato al territorio piacentino (e in particolare ai Comuni e alle associazioni di Villanova, Piacenza e Cortemaggiore) tramite un decreto della Presidenza del Consiglio dei ministri del 5 agosto 2013 – che servirà a sostenere 8 nuovi progetti legati al bicentenario. La quota si aggiunge, lo si ricorda, al milione di euro già destinato al restauro di Villa Verdi a Sant’Agata di Villanova.

“Si tratta – spiega l’assessore provinciale alla Cultura e al Turismo Maurizio Parma – dell’ennesima iniziativa promossa dalla Provincia per le celebrazioni del
Bicentenario: l’obiettivo è quello di mantenere viva sul territorio la memoria del Maestro attraverso una massiccia organizzazione di eventi. La collaborazione con il conservatorio Nicolini è particolarmente importante in quanto permette ai giovani di scoprire la meraviglia delle arie musicali di Verdi. Ricordo infine che i corsi di specializzazione si aggiungono al ricco cartellone di manifestazioni promosse sul territorio per celebrare l’importante anniversario della nascita di Giuseppe Verdi”. “Siamo onorati – hanno evidenziato il presidente del Conservatorio Nicolini Daniele Cassamagnaghi e il direttore Fabrizio Dorsi – di rappresentare l’unico Conservatorio che ha beneficiato di un riconoscimento nell’ambito delle celebrazioni: il livello del progetto presentato è altissimo. Il lavoro di squadra della Provincia e dei Comuni ha consentito di raggiungere questo importante risultato”. Il programma delle iniziative è interamente consultabile sul sito internet dedicato al turismo della Provincia di Piacenza (turismo.provincia.pc.it).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.