Bikers contro gli abusi sui minori, festa per i bimbi in piazza

Durante tutta la giornata i giovani ospiti potranno giocare, approfittare della presenza dei giochi di una volta, farsi truccare con colori appositi nello spazio truccabimbi ed ascoltare tanta buona musica dal vivo, suonata da gruppi di ragazzi provenienti da strutture di altre città

Più informazioni su

Domenica 22 settembre 2013 dalle ore 10 alle ore 20 in Piazza Cavalli a Piacenza si terrà la seconda edizione della festa per bambini “Piace ai Bimbi!!”. Durante tutta la giornata i giovani ospiti potranno giocare liberamente (e gratuitamente) sui gonfiabili, approfittare della presenza dei giochi di una volta, per apprezzare la genuinità dei giochi all’aperto dei nostri nonni, farsi truccare con colori appositi nello spazio truccabimbi ed ascoltare tanta buona musica dal vivo, suonata da gruppi di ragazzi provenienti da strutture di altre città.


L’iniziativa è organizzata da B.A.C.A., Bikers Against Child Abuse, Motociclisti contro l’abuso sui bambini
. B.A.C.A. è un’Associazione nata negli Stati Uniti nel 1995 ad opera di un appassionato biker che per professione e passione si occupa del sostegno psicologico di minori dai 3 agli 8 anni vittime di abuso, il nostro fondatore CHIEF. Lui in persona è stato la fonte della nascita di B.A.C.A. in Italia, nel 2010, ad opera inizialmente di un piccolo gruppo di bikers, che hanno deciso di dare un senso superiore alla loro passione mettendola a servizio dei bambini vittime purtroppo delle più svariate forme di abuso.

"In Italia – spiegano gli organizzatori dell’iniziativa – gli ambiti in cui è possibile operare sono diversi rispetto a quelli degli Usa, poiché i sistemi legislativo e socio assistenziale sono differenti ed i bambini abusati, nella maggior parte dei casi, vengono allontanati dalle proprie famiglie ed accolti in strutture attrezzate e protette. Per questo B.A.C.A. Italy ha perfezionato altre modalità di intervento, sempre tenendo ben presente l’obiettivo, la Mission: nessun bambino merita di vivere nella paura".

"In quest’ottica entriamo in contatto con le Questure ed i Servizi Sociali del territorio di appartenenza, proponendoci senza imporci e rendendoci disponibili a varie forme di collaborazione con gli istituti. Al fine di sensibilizzare la popolazione sulla terribile piaga degli abusi sui minori organizziamo, conferenze con esperti del settore quali psicologi, psicoterapeuti, forze di polizia ed educatori. Organizziamo eventi per i bambini sul territorio e partecipiamo ad alcuni cui veniamo invitati, allo scopo di promuovere e raccogliere fondi per combattere la piaga degli abusi ed aiutare, oltre che i bambini, anche le strutture che li ospitano".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.