Quantcast

Bus scuola, Cavalli si rivolge alla Regione: “Disservizi penalizzano gli studenti”

Il consigliere leghista vuole sapere “quali iniziative intenda adottare a tutela degli utenti vittime dei succitati disservizi e se intenda predisporre rimborsi e bonus a compensazione degli stessi"

“Dall’apertura delle scuole si verificano puntuali disservizi, soprattutto a danno degli studenti residenti in provincia di Piacenza”. È quanto segnala Stefano Cavalli (Lega nord) in un’interrogazione alla Giunta regionale nella quale fa riferimento a bus sovraffollati, ad una  programmazione delle corse che non terrebbe in considerazione il termine delle lezioni, costringendo i ragazzi a lunghe attese, a locandine poco chiare o non aggiornate, e a grandi assembramenti a ridosso delle fermate nei pressi degli edifici scolastici, “con rischi per l’incolumità dei giovani passeggeri”.

Il consigliere della Lega ricorda che dal 1^ gennaio 2012 è operativo il nuovo gestore unico del servizio di trasporto pubblico nei bacini provinciali di Modena, Reggio Emilia e Piacenza e chiede pertanto alla Regione quali controlli e verifiche sull’operato di Seta siano state effettuate nell’anno corrente e quali siano in programma. Cavalli vuole anche sapere “quali iniziative intenda adottare a tutela degli utenti vittime dei succitati disservizi e se intenda predisporre rimborsi e bonus a compensazione degli stessi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.