Quantcast

Castello, evade per scippare una donna. Un arresto e 5 denunce

Nella tarda serata di ieri, 23 settembre 2013, a Castelsangiovanni, un cittadino domenicano, 29enne, residente a Sarmato, è evaso dagli arresti domiciliari, dileguandosi a bordo di un’autovettura. Poco dopo una signora ha denunciato di aver subito uno scippo di una collana proprio a Castelsangiovanni

Evade dagli arresti domiciliari e con due complici va a scippare una donna. Non è però andata molto lontano la banda che ieri sera ha derubato a Castelsangiovanni (Piacenza) una donna di 58 anni: la pronta segnalazione della vittima, unita alla collaborazione dei cittadini e ai tempestivi accertamenti dei carabinieri hanno permesso di rintracciare rapidamente i responsabili. Si tratta di un 29enne domenicano, residente a Sarmato, e di due cittadini italiani, un 39enne di origine siciliana ed una 37enne di Genova, entrambi residenti a Castello.

Lo straniero, che stava scontando una condanna agli arresti domiciliari, nella tarda serata ha lasciato la propria abitazione dileguandosi a bordo di un’auto. Poco dopo una signora ha denunciato di aver subito uno scippo di una collana proprio a Castelsangiovanni, nel parcheggio di un supermarcato: due uomini su una Audi A3 di colore blu l’avevano avvicinata strappandole la catenina che portava al collo prima di fuggire. La donna ha subito allertato i carabinieri della locale stazione, giunti sul posto una pattuglia, con personale dell’aliquota operativa in abiti civili.

Grazie anche alla descrizione della vettura e ad alcuni cittadini che erano riusciti ad annotare la targa, dopo prolungate ricerche i militari hanno individuato l’Audi lungo l’argine del fiume Po in località la Casella. A bordo erano presenti tre persone due uomini ed una donna, tra cui l’evaso. Accompagnati presso la Stazione Carabinieri di Castello, sono stati ascoltati dal Maresciallo Domenico Colantoni, comandante della stazione, al quale ammettevano di aver consumato lo scippo ed di aver già venduto la collana, del valore di circa 300 euro, a due cittadini rumeni di Sarmato ad un prezzo di 100 euro.

Ai polsi del giovane dominicano sono così scattate le manette per evasione. Sarà processato per direttissima. Per lui anche una denuncia a piede libero per furto con strappo, al pari dei due presunti complici trovati con lui sulla vettura. I due cittadini rumeni ai quali era stata venduta la collana dovranno invece rispondere di ricettazione. La collanina è stata recuperata e restituita alla legittima proprietaria. Un plauso all’attività dei carabinieri è arrivato dal maggiore Michele Mancini comandante della compagnia di Piacenza, che ha sottolineato il valore della collaborazione con la cittadinanza: “Fondamentale è stata la pronta segnalazione della persona derubata insieme agli elementi forniti da alcune persone che avevano assistito alla scena grazie ai quali i militari, sfruttando la conoscenza del territorio, sono riusciti prontamente a rintracciare i responsabili”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.