Quantcast

Castello, inaugurata la nuova palazzina scolastica a tempo record foto

Il presidente Trespidi: “Il polo è in crescita: in cantiere il progetto della nuova palestra per completare il campus”. L'edificio ospita da oggi le classi dell'istituto Casali prima dislocate in tre diverse sedi

Più informazioni su

CASTEL SAN GIOVANNI, INAUGURATA LA NUOVA PALAZZINA SCOLASTICA: LAVORI CONCLUSI IN TEMPO RECORD
Il presidente Trespidi: “Il polo è in crescita: in cantiere il progetto della nuova palestra per completare il campus”. L’edificio ospita da oggi le classi dell’istituto Casali prima dislocate in tre diverse sedi

“L’impegno dell’Amministrazione provinciale è stato mantenuto e da oggi Castel San Giovanni potrà contare su una nuova palazzina scolastica”. Così il presidente della Provincia Massimo Trespidi questa mattina all’inaugurazione del nuovo edificio compreso nel polo scolastico medio-superiore di Castel San Giovanni. Il taglio del nastro arriva a nove mesi dall’inizio dei lavori conclusi in tempo record: la prima pietra era infatti stata posata il 10 dicembre 2012.

“Questa – ha continuato Trespidi – in base alle recenti disposizioni in merito all’abolizione delle Province, potrebbe essere l’ultima scuola realizzata dalla Provincia di Piacenza: ci troviamo quindi di fronte ad una data storica. Il campus di Castel San Giovanni può adesso pensare ad un aggiornamento e ad un ampliamento dal punto di vista dell’offerta formativa: dal canto suo l’Amministrazione provinciale, compatibilmente con le disponibilità finanziarie legate a stretto filo con il rispetto del patto di stabilità, si occuperà del completamento della cittadella scolastica con la realizzazione di una palestra.

Si tratta di un nuovo impegno che la politica intende prendersi. Ricordo che la necessità del nuovo edificio scolastico a Castel San Giovanni era stata segnalata dalla precedente Amministrazione provinciale con l’ex assessore ai Lavori pubblici Patrizia Calza: oggi quest’opera è stata individuata tra le priorità nel patto di stabilità e portata a termine con tanti sacrifici. Con la nuova palazzina verranno risparmiati circa 50mila euro all’anno di canone d’affitto: tali risorse verranno reinvestite a vantaggio dell’edilizia scolastica.

L’intervento dimostra l’attenzione riservata all’edilizia scolastica e al sostegno al diritto allo studio e costituisce una risposta nei confronti del polo di Castel San Giovanni per affrontare e risolvere la sistemazione dell’istituto Casali. Un ringraziamento particolare va ai tecnici della Provincia per l’impegno profuso e alla ditta per aver lavorato senza sosta e aver consentito il raggiungimento di questo importante risultato. Inaugurare una scuola significa far crescere la vita”.

Il nuovo edificio scolastico, che sorge accanto a quello attuale di via Nazario Sauro, ha comportato – lo si ricorda – un investimento di 2 milioni 300mila euro, interamente a carico dell’Amministrazione provinciale. Il progetto preliminare era stato approvato il 12 dicembre 2011 e i lavori sono iniziati esattamente un anno dopo. La nuova palazzina – che si sviluppa su due livelli più un piano interrato ad uso tecnico e che è realizzata, nel rispetto delle norme vigenti antisismiche, con materiali bio-ecologici – ospita gli studenti dell’istituto Casali, fino ad oggi dislocati in tre diverse sedi.

Accanto alla riasfaltatura dell’ingresso principale della scuola già ultimata è in programma l’ampliamento dell’attuale parcheggio con la predisposizione per le auto di un’ulteriore area di 500 metri quadrati (adatta ad ospitare una ventina di nuovi posti macchina). Per l’intera realizzazione della struttura la Provincia non è ricorsa a incarichi esterni e il progetto è andato nella direzione della minimizzazione dei costi di manutenzione. I due piani adibiti ad uso scolastico ospitano, oltre all’area dell’ingresso, aule, laboratori e una sala bar (ad uso degli studenti che il corso di operatore ai servizi di sala/bar e piccola cucina).

“Considero – ha annunciato la dirigente scolastica del polo Maria Luisa Giaccone – la nuova palazzina scolastica non un traguardo ma un punto di partenza per la crescita del polo. Ringrazio la Provincia per l’impegno e la vicinanza dimostrati: ‘la gente della scuola’ in questo momento ha bisogno di gesti concreti”. “Ringrazio – ha sottolineato il sindaco di Castel San Giovanni Carlo Capelli, prima della benedizione dell’edificio da parte del parroco di Castel San Giovanni don Lino Ferrari – la Provincia per aver dato spazio ad un progetto importante, quale è l’ampliamento del polo scolastico, su cui il Comune aveva investito con l’acquisto del terreno. Due Amministrazioni che in tempo di crisi investono sulla scuola vuol dire che investono sul futuro”.

L’opera è stata realizzata con l’impegno, da parte della Provincia, di Stefano Pozzoli, dirigente del servizio Edilizia, progettazione infrastrutture e grandi opere e responsabile del procedimento, Davide Marchi direttore dei lavori, Matteo Bocchi progettista e coordinatore della sicurezza, Roberto Dacrema progettista e collaboratore della direzione lavori con Loredana Zilioli, Raffaella Cappellini e Paola Morisi (progettista e collaboratrice), Emanuele Tuzzi (collaudatore statico), Laura Tagliaferri (collaudatore tecnico-amministrativo), Elena Malchiodi con lo staff dell’ufficio Economato. I lavori sono stati eseguiti dalla ditta Costigliola Antonio Srl di Casarile (Milano), rappresentata questa mattina da Alberto, Antonio e Giuseppe Costigliola.

Alla cerimonia di questa mattina hanno preso parte anche il vicepresidente della Provincia Maurizio Parma, l’assessore provinciale agli Edifici scolastici Sergio Bursi, l’assessore provinciale al Sistema scolastico e della formazione Andrea Paparo, il consigliere regionale Andrea Pollastri, i sindaci Roberto Barbieri (Borgonovo), Lino Cignatta (Agazzano), Danilo Dovati (Caminata), Gianpaolo Fornasari (Pianello), il comandante della stazione dei carabinieri di Castel San Giovanni maresciallo Domenico Colantoni, gli studenti,i docenti, gli ausiliari e quanti hanno collaborato alla realizzazione dell’opera.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.