Quantcast

“Col circo far west delle affissioni” La denuncia degli ambientalisti FOTO foto

Circo: il far west delle affissioni pubblicitarie. La denuncia del coordinamento delle associazioni animaliste ed ambientaliste piacentine. Il testo integrale qui sotto

Più informazioni su

Circo: il far west delle affissioni pubblicitarie. La denuncia del coordinamento delle associazioni animaliste ed ambientaliste piacentine. Il testo integrale qui sotto

L’arrivo di un circo in città è sempre preceduto da un’intensa affissione di manifesti pubblicitari di ogni genere e purtroppo troppe volte queste pubblicità non rispettano la normativa del Codice della Strada e dei regolamenti comunali sulle affissioni. Gli ultimi due circhi arrivati in città, il circo acquatico e quello di Moira Orfei, hanno letteralmente tappezzato la città di locandine e manifesti, di cui molti posizionati in luoghi vietati o senza l’apposito timbro di avvenuto pagamento dell’imposta di affissione.

Come coordinamento delle associazioni animaliste abbiamo ritenuto opportuno segnalare all’Amministrazione Comunale ed alla Polizia Municipale questa situazione che, a nostro parere, si concretizza in un vero e proprio “Far West pubblicitario” ripetuto inalterato ad ogni attendamento; l’affissione “selvaggia” è stata ovviamente documentata con numerose fotografie a comprova, in quanto purtroppo tantissime locandine ci sembrano essere state posizionate ed affisse in contrasto con la relativa normativa comunale ed in evasione all’imposta comunale sulla pubblicità.

Il piano degli impianti pubblicitari e delle pubbliche affissioni comunali prevede per tutti i cittadini , attività commerciali ed associazioni che intendano pubblicizzare spettacoli, eventi o attività,  regole precise in ordine alle modalità pubblicitarie, la quantità dei manifesti utilizzati, la distribuzione degli stessi sul territorio, le forme, le distanze da edifici e da rotatorie, oltre a divieti specifici a tutela del decoro urbano, della sicurezza stradale, delle prescrizioni urbanistiche e sempre e comunque si impone il pagamento dell’ imposta  comunale, anche per le associazioni di volontariato.

Abbiamo anche verificato l’esposizione di locandine mediante affissione alle vetrine esterne di negozi commerciali senza il bollo che comprova l’avvenuto pagamento dell’imposta di affissione.
Abbiamo segnalato all’Amministrazione Comunale ed alla Polizia Municipale con relativa documentazione fotografica l’affissione di locandine e manifesti pubblicitari del Circo Orfei in luoghi sicuramente vietati dal piano delle affissioni; ci si riferisce in particolare all’affissione effettuata nelle rotatorie, su segnali stradali, sottoponti, sulle cassette della posta, e ci domandiamo se sia stata rispettata la normativa inerente le modalità pubblicitarie dell’attività circense ed in particolare l’osservanza della normativa relativa al versamento delle imposte d’affissione, anche per rispetto a tutte quelle attività commerciali piacentine che pagano a Piacenza regolarmente le imposte di affissione.

Abbiamo quindi chiesto agli organi di competenza che vengano effettuati i necessari controlli di legge al fine di verificare il rispetto della normativa in materia con conseguente applicazione delle sanzione previste in caso di inottemperanza. Si tratta di rispetto della legge ma anche di rispetto per chi paga regolarmente.
Attendiamo che gli Uffici comunali preposti si attivino in tal senso comunicandoci gli esiti di tali controlli nel rispetto della normativa sulla trasparenza degli atti amministrativi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.